Matera Grumentum, buona la prima. La formazione di mister Finamore, domenica scorsa, ha conquistato la sua prima vittoria stagionale superando il Brienza per 5-1.

Una vittoria che ha confermato appieno le qualità del gruppo materano e che ha sottolineato l’ottimo lavoro svolto dalla società nel periodo estivo.
Con Antonio Petraglia, professionista affabile e sempre molto disponibile, nonchè massimo esponente dell’attuale Matera-Grumentum, abbiamo cercato di ripercorrere i momenti salienti che hanno portato alla nascita dell’USD Matera-Grumentum, figlia della fusione tra il Grumentum e l’Usd Matera 2019.

La volontà di fare sport a Matera è stata agevolata dalla circostanza che nella città dei Sassi, insieme a mia figlia, ho fatto degli investimenti, non solo economici, ma anche con finalità culturali e storiche.

Adesso sto cominciando a conoscere Matera dal punto di vista sportivo. Sto ascoltando la voce dei tifosi, le loro sensazioni e le loro emozioni. Francamente, il primo approccio non è stato molto positivo perché ho incontrato tanta gente delusa e amareggiata dal fallimento dell’ex Matera nel recente passato, di conseguenza ho riscontrato un certo scetticismo verso progetti nuovi, soprattutto se questi venivano proposti da gente esterna.

Non mi sono tirato indietro, assolutamente! Resto sempre dell’idea che se c’è un approccio umile e trasparente, alla fine il vero tifoso ti capisce e comincia a seguirti! Noi ci speriamo!

Il nostro progetto è senza dubbio interessante e la vittoria di domenica scorsa ha dimostrato che abbiamo allestito una rosa competitiva. A Brienza, pur essendo solo all’inizio del campionato, abbiamo dato dimostrazione di grande forza di gruppo. I tifosi possono ben sperare perchè è stato costituito un grande team con costi di ingaggio che sono pari a quelli di squadre che giocano in serie D”.

Presidente, veniamo all’unione delle due società, ce la racconta?

Anche questo aspetto rientra nella fisiologia degli eventi, l’unione è scaturita dalla fusione di due società composte da persone che non si conoscevano, estranee.

Per questa ragione, la fase iniziale non è stata assolutamente facile!. Successivamente è prevalsa la volontà di superare ogni ostacolo per concretizzare questo nuovo progetto sportivo che riguarda MATERA. Con la fusione, tutti, abbiamo voluto ribadire ai materani che vogliamo essere parte integrante del tessuto sportivo e culturale della millenaria città di Matera.

Non ho mai nascosto questa intenzione, io sono un pò un libro aperto e la mia voglia di comunicare nasce dal desiderio di esternare i miei stati d’animo.

Provengo da una famiglia cattolica che mi ha insegnato sempre il rispetto degli altri e questo rappresenta un lato della mia personalità.

Dall’altro, poi, c’è la crescita professionale che mi ha avvicinato sempre di più ai principi del mondo anglosassone, basati sulla trasparenza e sulla lealtà. Nella vita privata e lavorativa mi muovo applico questi principi. Altrettanto su queste basi vorrei condurre anche il calcio a Matera.

Non un uomo solo, ma un presidente alla ricerca del dialogo, a capo di una società genuina e composta da dirigenti che hanno un certo stile e da persone garbate ed educate. Io sto con i tifosi e per questa ragione cerco di rispondere a qualsiasi loro messaggio”.

Ricordiamo che da domani 22 settembre sarà possibile sottoscrivere gli abbonamenti per la stagione sportiva 2021/22. Tutte le informazioni necessarie sono disponibili sul sito web della società raggiungibile al seguente indirizzo: https://www.materagrumentum.it/

Lorenzo Tortorelli