Tre punti in classifica, quattro sconfitte consecutive, e una doppia scontro in settimana con squadre campane, la Cavese e la Casertana, per cominciare la risalita dai bassifondi del camponato di calcio di serie C. La svolta dovrebbe venire dal nuovo presidente della società biancoazzurra, l’editore e giornalista irpino Rosario Lamberti, che ha rilevato davanti al notaio tutte le quote. A Nicola Andrisani la presidenza onoraria e all’avvocato Vitoantonio Ripoli il rapporto di consulenza legale.Dento un direttore generale, Michele Colucci. Nel frattempo ai calciatori si stanno corrispondendo gli stipendi arretrati. Resta in piedi la situazione debitoria con la Lega, che riceverà il pagamento della fidejussione nonostante il ricorso pendente. Lamberti ha invitato a pensare al campionato e a ritrovare serenità, precisando che si parla della situazione del Matera mentre altrove ”non è tutto rosa e fiori”. Per farla breve ogni cosa a suo tempo per il pregresso, ma senza fasciarsi la testa. Anche se i punti di penalizzazione imputabili alle passate gestione (in tutto 8 )non sembrano essere evitabili. Vedremo. Per ora squadra e tecnico Umberto Imbimbo vanno lasciati giocare, anche perchè il Matera a ben vedere le singole sconfitte qualche punto in più a quest’ora poteva averlo. La parola, il responso al campo, dopo che – da quanto ci è stato riferito nel corso della conferenza stampa- la situazione societaria è stata definita dopo le vicissitudini maturate da luglio a ieri. Le trattative sono andate avanti tra silenzi e inviti a non fare tanto clamore. Tanto più che in loco l’imprenditoria locale non ha risposto e poco è venuto dal Comune. In arrivo, invece, un sponsor dalla terra d’Irpinia. I 1300 abbonati sognano e con loro quelli che al ”pallone” non rinunciano e urlano all’unisono ”Forza Matera”.