L’annuncio, tanto atteso, dell’avvio dei lavori di riqualificazione del campo di calcio del borgo La Martella è stato accolto con soddisfazione dagli sportivi, dai residenti e sopratutto dagli amici del compianto collega Renato Carpentieri, che si sono mossi ormai da tempo per intitolargli l’impianto. Una lettera, disponibilità verbali, ma finora nessuna risposta dall’Amministrazione comunale. Serve un atto che concretizzi il progetto. Ma nel frattempo sul cartello di cantiere non sarebbe male indicare che il nuovo stadio sarà intitolato a Renato Carpentieri. Che ci vuole?


COMUNICATO

E’ arrivato il momento di intitolare il campo sportivo di La Martella a “Renato Carpentieri”. Con questa nota l’associazione Amici del Borgo dopo avere appreso nei giorni scorsi dalla voce del sindaco di Matera Domenico Bennardi, dell’imminente inizio dei lavori all’impianto sportivo di La Martella, chiede alla stessa amministrazione comunale di rispondere all’istanza presentata in data 21/01/2021 e dare inizio all’iter burocratico per intitolare il campo sportivo di La Martella al giornalista sportivo che la città di Matera ha prima adottato e poi “amato”. La richiesta di intitolare con il nome di Renato Carpentieri il campo di La Martella è nata subito dopo la prematura scomparsa del giornalista, quando ogni 28 agosto (giorno del suo compleanno) Renato veniva ricordato da amici e colleghi con eventi su tematiche culturali e sportive. A gennaio scorso la notizia dell’appalto dei lavori e quindi l’istanza ufficiale all’amministrazione comunale di Matera, la raccolta di testimonianze sulla bontà ed il sostegno all’iniziativa da parte di quanti hanno conosciuto Renato. L’associazione Amici del Borgo nell’occasione ricorda che l’idea di intitolare il campo sportivo di La Martella è condivisa con il Quotidiano del Sud di Basilicata, con l’autorizzazione della famiglia di Renato Carpentieri.