” Finalmente ha messo da parte il telefonino con i video giochi”. E ancora. ” Corre, si diverte, suda, si sporca, ma è felice”. ” Se si potesse organizzare ogni domenica una iniziativa di questo tipo sarebbe una festa…”, ” E perchè a scuola solo due ore di educazione fisica?” . Sono alcune dei commenti che genitori, istruttori di società sportive dilettantistiche hanno espresso nel corso dell’evento “#Beactive” di inclusione sociale organizzata in occasione della settimana europea dello sport. Un evento che ha visto la presenza di tanti campioni del passato, amministratori locali, famiglie, ragazzi di ogni età e condizioni, che hanno giocato insieme con spensieratezza. Un bel messaggio da realizzare nei nostri campetti.

Ci ha pensato l’amministratore delegato VIto Cozzoli, di Sport e Salute, che ha organizzato l’evento a insistere sul tema. “Sport e Salute parla con i fatti -ha detto Cozzoli – parla con le cose concrete: non siamo lo sport del Palazzo, non siamo lo sport della governance, siamo lo sport vero, quello
delle persone. Finalmente Sport e Salute scende in campo dopo un anno e mezzo di pandemia, che è stata durissima per il mondo dello sport e questa è la realtà che noi vogliamo promuovere. Oggi è una giornata bellissima, straordinaria, in cui abbiamo i bambini, le famiglie, la disabilità, le società
sportive e le associazioni sportive dilettantistiche”.

“Questo – ha aggiunto Cozzoli – è lo sport di base che Sport e Salute vuole portare avanti insieme ai grandi campioni, le ‘Legend’ che ci danno una grande testimonianza di generosità, di attenzione verso gli altri, ma anche una spinta per la ripartenza, invitandoci a fare sempre più sport perché fa bene alla persona, ma fa bene soprattutto a stare con gli altri. Lo sport ci è mancato tanto, adesso ci sono tutte le condizioni per ripartire e per far sì che lo sport – ha concluso il presidente e ad di Sport e Salute – sia veramente un motore della ripartenza del Paese”. Una dimostrazione sul campo con bimbi impegnati a giocare a tennis, calcio, basket, volley, rugby, hockey, tiro con l’arco, tirare di scherma,fare ginnastica, insieme a Manuela Di Centa, Massimiliano Rosolino, Patrizio Oliva, Angelica Savrayuk, Gigi Mastrangelo, Tania Di Mario e Giuseppe Gibilisco. Campioni del passato che si sono prestati volentieri per foto ricordo, strette di mano e qualche utile consiglio per stare in forma, a cominciare dalla tavola. E poi vita all’aria aperte, camminare e praticare sport. Pronti?…