Quando le idee sono valide e c’è entusiasmo riescono a contagiare anche gli scettici e a creare quella ventata di entusiasmo, che fa accrescere il lavoro di rete, la pratica di base tra i ragazzi e a formare nuovi istruttori in uno sport come la pallacanestro che ha nel minibasket il luogo ideale per svilupparsi. E il progetto Easybasket In Europe, nato due anni fa da una intuizione del lungimirante Sergio Galante, e condivisa da Federazione regionale e nazionale, ne è stata la conferma. Si tratta ora di continuare, malgrado i rallentamenti imposti dall’epidemia da coronavirus. E’ un segno concreto di vitalità per la pallacanestro, il minibasket, la scuola che va incentivato, anche in una regione come la Basilicata interessata da un lento ma continuo calo demografico, dove con il progetto si sono formati 40 nuovi istruttori e potranno essere attivati centri di minibasket anche nei piccoli Comuni. Un segnale importante per le migliaia di ragazzi europei coinvolti nell’apprendimento della pratica del minibasket e nuovi istruttori formati che, con piattaforme on line, guide e attività sul campo potranno contribuire a far crescere la pallacanestro nei rispettivi Paesi. Sono alcuni dei risultati raggiunti con il progetto EIE – Easybasket In Europe, progetto Erasmus+, capofila Olimpia Basket Matera e il coinvolgimento di Federazioni e scuole di vari Paesi, illustrati nel corso di una conferenza stampa da Maurizio Cremonini, coordinatore tecnico del progetto Easybasket In Europe e responsabile tecnico nazionale del Settore Minibasket della FIP, da Sergio Galante, project manager EIE, dal presidente del Comitato Fip di Basilicata Giovanni Lamorte. E i risultati continueremo a vederli,ne siamo certi, nei prossimi mesi, anche dopo 31 dicembre 2020 in scuole e campi di grandi e piccoli centri sotto la spinta di Matera capitale europea della cultura, che lo è stato e continua ad esserlo anche per lo sport e per il basket in particolare.

LA NOTA DI PRESENTAZIONE
Sabato 10 ottobre 2020 alle 10 nella sede dell’Olimpia Basket Matera è in programma la conferenza stampa di chiusura di EIE – Easybasket In Europe, progetto Erasmus+ che ha come capofila l’Olimpia Basket Matera e come partner FIP – Federazione Italiana Pallacanestro, APD Pielle Basket Matera, ASD Cultura e Sport Matera, Istituto Comprensivo “G. Pascoli” Matera, Lietuvos Sporto Universitetas (Università dello Sport della Lituania), Czech Basketball Federation (Federazione Pallacanestro Repubblica Ceca), Deutscher Basketball Bund (Federazione Pallacanestro Germania), Danmarks Basketball Forbund (Federazione Pallacanestro Danimarca) e Fundaciòn Red Deporte y Cooperaciòn (ONG di Madrid). Nella sede dell’Olimpia Basket Matera, alla presenza di Maurizio Cremonini, coordinatore tecnico del progetto Easybasket In Europe e Responsabile Tecnico Nazionale del Settore Minibasket della FIP, di Sergio Galante, project manager EIE, di Rocco Sassone, presidente dell’Olimpia Basket Matera, e dei vari partner stranieri, questi ultimi in collegamento in videoconferenza così da rispettare le norme anti covid, sarà possibile tracciare il bilancio di una intensa 2 anni che, seppur condizionati dalla pandemia, hanno permesso di diffondere l’innovativa disciplina riservata a bambini e bambine dai 5 agli 8 anni. Nella giornata di sabato, oltre alla conferenza stampa, è in programma, a partire dalle 16 nel parco Giovanni Paolo II (al Palasassi in caso di condizioni meteo avverse), il secondo ed ultimo (il primo, sempre a Matera, aveva lanciato il progetto nel febbraio 2019) Multiplier Sport Event, appuntamento che sarà coordinato da Maurizio Cremonini e dallo staff nazionale FIP ed aperto ad istruttori, studenti, associazioni sportive, federazioni sportive e semplici appassionati.