” Va’ veloce Silvio…” per dirla con Imma Tataranni, che tradotto dal dialetto materano fa ” Non ci prendiamo in giro, Silvio…”. E così Mimmo Montemurro, buongustaio e inventore di una linea tutta materana della tradizione culinaria in vetro, non ha resistito ai tradimenti societari del suo Milan, passato con tutto un gioco di scatole cinesi e di partite di raggiro dal patron Berlusconi ai figli del celeste impero. E così , ormai da un triennio buono, ha mollato i colori rossoneri, quelli della bandiera di Arcore che ha consentito di dominare nell’era Sacchi e della pseudo bandiera rossa della grande Muraglia, per abbracciare e tifare i colori verde nero del Sassuolo. E ci mostra con orgoglio sciarpa tra le mani, fiero – ci dice- di tifare una squadra tutta italiana fondata dal compianto Giorgio Squinzi – imprenditore del settore edile,che è stato a Matera due anni fa- ha fatto del Sassuolo una squadra simile alla sua Mapei e i risultati sul campo si sono visti. ” Non potevo sopportare oltre quello strano passaggio di mano del MIlan ai cinesi- dice Mimmo- che proprio non convinceva. Io sono per la trasparenza, sempre, e non si possono tradire i tifosi. I fatti mi hanno dato ragione aldilà dei passaggi gestionali. Squadra e società sono allo sbando. Il Sassuolo è squadra tutta italiana, gestita da italiani, e senza colpi di testa. Il compianto presidente Squinzi, che ha rifatto anche lo stadio, mi ricorda tanto la buonanima del presidente del Matera Franco ”Ciccio” Salerno che gestiva con oculatezza società e squadra, valorizzando i giovani e continuando a tenere la squadra a buoni livelli fino alla B. Il Sassuolo, poi, è squadra simpatica e poi c’è un legame con la nostra terra. E’  la presenza di una folta colonia di lucani, di irsinesi in particolare che sono lì da generazioni”. Insomma tifare Sassuolo, dalla Città dei Sassi…è come tifare Basilicata. Bravo Mimmo. E quanto al Milan ha perso un tifoso dalla grande anima e simpatia, che illuminano una curva a righe nero verdi. Naturalmente Mimmo, anzi ”Gustamimmo”, ha un sogno nel cassetto- tempi e modi da decidere- per portare il Sassuolo dalle nostre parti, per una partita allo Stadio ” XXI Settembre-Franco Salerno”. Parola del presidente del costituendo fan club Sassuolo di Matera e iscrizioni aperte per aderire.