L’Opificio 4.0 CMB Matera continua a lavorare per rafforzare gli organici in vista del prossimo campionato, con il rinnovato intento di puntare in alto e di avere un pizzico di fortuna in più, oltre a tanti tifosi sugli spalti della tensostruttura di Serra Rifusa che rappresentano quel ”giocatore in più” in grado di raggiungere ogni obiettivo. Arriva intanto il pivot Salvatore DI Pietro. Un’altra tessera per la formazione dell’allenatore Salvatore Nitti, che ha nella modestia, professionalità e tenacia le qualità per mandare in campo una formazione competitiva. Buon lavoro

LA NOTA DI PRESENTAZIONE

L’Opificio 4.0 CMB Matera comunica di aver raggiunto l’accordo, per la stagione sportiva 2021/22, con il giocatore Salvatore Di Pietro.

Di Pietro è un giocatore classe 99’, ruolo pivot di origine tarantina, nella stagione 2020/21 ha disputato il campionato di Serie A2 con il Taranto per poi concludere la stagione a Palo del Colle dove ha conquistato la promozione in Serie B. Nella sua giovane carriera ha giocato anche ad Altamura e nel Futura Matera.

Benvenuto nella grande famiglia del CMB.

Le prime parole di Salvatore: “Ho scelto questa società perché la considero una società seria con dei sani principi e sono consapevole che in questo club posso crescere molto sia sotto l’aspetto tattico che umano. La chiamata del direttore sportivo Pascale mi ha subito convinto, si tratta di un palcoscenico importante ma soprattutto per i progetti della società. Questa sarà un’esperienza importante, le mie aspettative sono quelle di crescere e imparare il più possibile dai grandi campioni che ci sono in rosa. Ringrazio il CMB per l’opportunità e soprattutto le persone che mi seguono e credono in me #forzaCMB”

Le dichiarazioni di mister Lorenzo Nitti: “Di Pietro è un ragazzo giovane, dotato di un’ottima fisicità e tecnicamente molto valido. È un ragazzo giovane e quindi deve completare il suo processo di formazione ma ha già dimostrato di poter fare bene nei campionati nazionali come quello dello scorso anno in serie A2. Siamo fiduciosi e siamo sicuri che si farà trovare pronto quando sarà chiamato in causa”.