Campionato del Matera in salita e da +4 si passa a -4 a causa di otto punti di penalizzazione comminati dal Tribunale federale per violazione nei confronti della Co.vi.soc, l’organo di controllo sulle società calcistiche..La penalizzazione era nell’aria e del resto nella società biancoazzurra se l’attendevano a causa di irregolarità addebitate alla passata gestione e con ben 14 omissioni. La squadra del presidente Rosaruo Lamberti alla vigilia della gara con il Trapani- come ha dichiarato il calciatore Davide Corso-è serena e spera di cominciare a risalire la china. tanto più che si lavori ai ricorsi (lunedì il Matera sarà in Lega) in modo da giungere, se possibile, a un ridimensionamento dei punti. Allo stesso tempo si lavori al potenziamento della squadra. Un nome c’è già ed è l’attaccante materano Gianvito Plasmati, che ha siglato il contratto e dovrebbe esordire con la Viterbese.E poi altri ”over”, esperti,con i quali c’è disponibilità. Ma ora si tratta di stringere. La situazione è in movimento, dopo la sentenza del Tribunale federale.” Rabbia senz’altro- ha detto Lamberti- ma non bisogna abbattersi. Presenteremo appello. Dobbiamo reagire e risalire la china”. Società fiduciosa tant’è che la settimana prossima ci sarà la prima visista-incontro con i ragazzi della scuola media Torraca insieme a tecnici delle giovanili. Ma si guarda anche alla scuola calcio del Matera, come punto di riferimento per altre realtà, a invitare una nazionale giovanile, a un torneo di prestigio e via elencando. Contatti sono stati avviati con società di A come Juventus e Sampdoria. Tanta carne al fuoco, ma piedi per terra. Si guarda alla Basilicata, con un primo incontro istituzionale con il presidente del consiglio Vito Santersiero per chiedere considerazione verso il Matera…che avrebbe fruito di un contributo di 50.000 euro. ” Chi ne ha traccia-ha detto Lamberti- faccia sapere…” . Bilanci del passato. Poi la festa dello sport a Tito (Potenza) che non vedrà in sala i colori biancazzurri…Per ora, dopo quanto accaduto nel recente passato, per le prevaricazioni di alcuni, è stato consigliato di soprassedere.