Brucia ancora e non poco quella rinuncia dello scorso autunno a partecipare al campionato di basket di serie B, con una squadra ben allestita, competitiva, per festeggiare quel 60° anniversario dalla fondazione, rimasto con un programma a metà. Ma l’Olimpia Basket è nel cuore di tanti dei tifosi, della società rappresentata dal presidente Rocco Sassone e da quello onorario Pasquale Lorusso e si spera della città, del territorio, con cittadini, enti locali, sportivi, chiamato a mettere mano ”al cuore e alla tasca”, ciascuno secondo le proprie possibilità e sensibilità, per rivedere la pallacanestro ai livelli che le competono. E la possibilità è data dall’avvio del crowdfunding ”Io ci tengo all’Olimpia”, una sottoscrizione popolare – le cui modalità sono indicate sul sito www.olimpiamatera.it – che andrà avanti fino al 15 maggio. L’auspicio è che ogni faccia fino in fondo la propria parte per tornare sotto canestro e,magari, con una schiacciata esemplare come indicato nel logo della campagna. Dalle quote sottoscritte ci si regolerà,per correttezza, di conseguenza.
L’ Olimpia Basket Matera valuterà tre ipotesi per tornare a giocare nel campionato nazionale di pallacanestro 2021-2022, come è emerso dalla conferenza stampa di presentazione del progetto di finanziamento popolare ” Ci tengo all’Olimpia”, che ha visto, tra gli altri, la partecipazione del direttore sportivo Cristiano Grapasonni, del presidente federazione regionale pallacanestro Giovanni Lamorte, dell’assessore allo sport del comune di Matera Giuseppe Sarli e del sindaco Domenico Bennardi, che hanno assicurato sostegno all’iniziativa, non appena sarà approvato il bilancio preventivo. Le opportunità di ripresa del campionato, legate oltre che alla campagna di crowdfunding che si concluderà il 15 maggio e all’andamento dell’epidemia da covid 19, riguardano la possibilità di acquisire un titolo sportivo da società rinunciatarie a partecipare al campionato di serie B , la candidatura come riserva pr un eventuale ripescaggio o la partecipazione al torneo interregionale di serie C, non si sa ancora se nelle categoria silver o gold. Tanta fiducia. Attendiamo il 16 maggio. Ma nel frattempo vai con la sottoscrizione ”Ci tengo all’Olimpia”

LE DICHIARAZIONI DI SASSONE E LORUSSO
Il presidente di Olimpia Basket Matera Rocco Luigi Sassone “Le iniziative da intraprendere, per essere sostenibili dal punto di vista economico, sociale e etico devono risultare compatibili con le risorse disponibili. Tutto ciò assume una valenza determinante in un momento storico di congiuntura sanitaria come quello che sta vivendo il nostro Paese. Per questi motivi, come già annunciato a fine febbraio scorso a margine dell’approvazione del bilancio da parte dell’assemblea dei soci, il CdA della società materana unitamente agli stessi Soci è pronto a condividere l’attaccamento ai colori e alla storia dell’Olimpia Matera con sostenitori, aziende, istituzioni e semplici cittadini volenterosi di imprimere una decisa accelerazione ad un settore strategico per l’aggregazione sociale e la promozione territoriale. La campagna “Cci tengo all’Olimpia” serve proprio a questo, a permettere ad ognuno di contribuire liberamente e concretamente ai progetti sportivi della prossima stagione 2021-22 che in funzione dei risultati raggiunti dalla campagna potranno determinare l’iscrizione ai campionati di serie C, di proporsi a subentrare ad eventuali ritiri dalla serie B, di valutare l’acquisto di un titolo sportivo di serie B, ovvero nel caso non si raggiungesse alcun obiettivo di restituire le somme eventualmente incamerate”.

Il presidente onorario Pasquale Lorusso “Oggi noi tutti prendiamo atto che la pianificazione della disciplina sportiva in cui da anni con sacrifici personali ci cimentiamo, difficilmente potrà beneficiare di contributi pubblici almeno sufficienti a soddisfare le esigenze minime di bilancio, per questo motivo, ancora una volta, condividiamo con la Città, le Istituzioni, le Aziende del territorio e i Cittadini il nostro progetto nella speranza che in molti vorranno dimostrare l’attaccamento all’Olimpia Matera, alla sua storia, alle sue tradizioni o alle straordinarie emozioni che solo il basket è in grado di regalare. Sono note a tutti le enormi difficoltà delle compagini sportive che contrariamente all’Olimpia hanno deciso di sfidare la pandemia, squadre di serie A ritirate, contagi e giocatori finiti in ospedale e in un caso proprio di una delle squadre che avremmo dovuto affrontare, difficoltà nell’onorare i pagamenti con i giocatori e molto altro che non so immaginare cosa produrrà la prossima stagione sportiva. Noi ancora una volta abbiamo deciso di non fare il passo più lungo della gamba e di tutelare – almeno per quanto ci riguarda – i ns giocatori, facendo fronte ad ogni impegno. Oggi però per pianificare la prossima stagione abbiamo bisogno di segnali concreti da parte della Città e di tutti coloro che vogliono bene all’Olimpia’