FIDELIS ANDRIA: Poluzzi, Tartaglia, Fissore, Stendardo, Cortellini, Bisoli, Onescu (43’ st Capellini), Piccinni, Strambelli (37’ st Cianci), Morra (23’ st Matera), Grandolfo. A disp. Cilli, Aya, Ferrero, Patemi, Alhassan, Bangoura, Kristo, Vittiglio. All. D’Angelo.
MATERA: Russo, Scognamillo, Zaffagnini, Di Lorenzo, Tomi (23’ st Zanchi), Armellino, De Rose, Meola (37’ st Rolando), Gammone (11’ st Letizia), Regolanti, Carretta. A disp. Bifulco, Piccinni, D’Angelo, D’Agostino, Kurtisi, Pagliarini, Dammacco, Biscarini. All. Dionigi.
ARBITRO: Vesprini di Macerata
RETI: al 24’ pt Morra, al 28’ pt Morra, al 31’ st Strambelli

Amaro stop del Matera in casa della Fidelis Andria. I biancazzurri (ieri in casacca rosa), allenati da mister Dionigi, dopo la vittoria d’esordio in Lega Pro contro l’Akragas, sono stati superati dalla matricola pugliese per 3-0.
Il Matera è sceso in campo privo ancora dello squalificato Iannini e con Ingrosso e Bifulco fuori causa. Nonostante queste defezioni, mister Dionigi ha schierato il suo 3-4-3 che nei primi minuti di gara ha fatto vedere un Matera vivo, reattivo e propositivo tanto da sfiorare per primo il vantaggio con il solito Carretta che al 3’ vedeva il suo tiro rotolare di poco fuori la porta andriese.
Il vantaggio dei locali arriva al minuto 24’ quando Morra (servizio di Bisoli), si girava in area e superava con un rasoterra Russo alla sua destra. Quattro minuti dopo, l’Andria raddoppia ancora con Morra (alla sua seconda rete stagionale), che trafiggeva Russo con un tiro preciso. Il Matera rispondeva al doppio vantaggio pugliese con un colpo di testa di Gammone, servito da Carretta, deviato in angolo da Poluzzi.
Nella ripresa al 4’ minuto Regolanti si vedeva deviare in angolo la sua conclusione, l’Andria rispondeva con Piccinni, di poco al lato. Il Matera premeva sull’acceleratore e al 27’ andava vicinissimo al 2-1 con Letizia (entrato all’11’ della ripresa al posto di Gammone), che riusciva a divincolarsi in area andriese, ma la sua conclusione terminava out alla destra di Poluzzi.
Gol sbagliato, gol subito. Al 31’, infatti, la Fidelis Andria faceva il tris con Strambelli che batteva Russo direttamente da calcio di punizione. Rete che chiudeva definitivamente la gara al ‘Degli Ulivi’.
Per mister Dionigi si apre una nuova settimana di lavoro che porterà al match di domenica prossima al XXI Settembre contro il Catania, altra corazzata della Lega Pro.