Ancora due giorni di trepidazione per la sentenza del Tribunale federale che si riunirà il 30 gennaio a Firenze sulla vicenda della fidejussione e poi, ma mettiamo le mani avanti, per il Matera calcio potrebbe esserci un po’ di luce. Il presidente biancoazzurro, Rosario Lamberti, che non esclude la ripresa degli allenamenti con una squadra ragazzi da giovedi 31 gennaio, annuncia la disponibilità del presidente della Lazio e della Salernitana Claudio Lotito per il prestito di alcuni giovani da valorizzare. E’ una buona strada per portare in fondo il campionato, anche se si partirà da una penalizzazione di -26 punti in classifica https://giornalemio.it/sport/matera-calcio-nel-baratro-a-26-si-va-avanti-ma/. Uno spiraglio. Ma costruita una società solidat sul piano finanziario e organizzativo, con traguardi minimi. Niente voli pindarici e la testa, lo ripetiamo, fuori dal pallone…altrimenti si arriva all’autogol.

LA DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE LAMBERTI

Il Matera Calcio, nella persona del Presidente Rosario Lamberti, commenta la decisione del tribunale federale nazionale.

“Paghiamo le colpe di una precedente gestione ma non voglio mollare. 
Sicuramente non possiamo rafforzare la squadra con giocatori esperti, ma a febbraio liberiamo il plafond con la cessione dei giocatori che sono in sciopero e per i quali non abbiamo avuto richieste. 
Ho già un accordo con il presidente Claudio Lotito, proprietario di Lazio e Salernitana per la cessione di giovani interessanti, che possono fare bene in Lega Pro. 
Adesso dovrà essere il Consiglio Federale a decidere le sorti del Matera Calcio. Se avremo la possibilità di andare avanti lo faremo con i cosiddetti “giovani di valorizzazione”, la squadra potrebbe cominciare ad allenarsi da giovedì prossimo. Adesso è l’unica possibilità che abbiamo per tenere in vita questa società e continuare a sperare in una salvezza”.