L’ultima fiaccola olimpica di passaggio a Matera fu quella per i XX giochi olimpici invernali di Torino nel 2006, che ricordiamo perfettamente per la “frettolosità” delle operazioni, e in precedenza per le Olimpiadi di Roma del 1960 che qualche podista dai capelli bianchi ricorda ancora. Domani martedì 18 giugno, alle 15.00, il passaggio è dal Campus di via Castello in vista delle Universiadi di Napoli in programma dal 3 al 14 luglio. Un applauso e che la fiamma della sana competizione arda per sempre.

DOMANI LA SESTA TAPPA A MATERA
Matera, patrimonio mondiale Unesco per i suoi sassi e Capitale Europea della Cultura, è la sesta tappa del percorso della Torcia della 30^ Summer Universiade Napoli 2019.

Domani, martedì 18, alle ore 15, si parte dalla sede dell’Università degli studi della Basilicata per arrivare in piazzetta Pascoli, uno dei luoghi più suggestivi e simbolo della città da cui si gode un bellissimo affaccio sui Sassi.

Dopo i saluti istituzionali del Rettore dell’Università degli studi della Basilicata e delle autorità locali, cinque tedofori correranno tra i Sassi, costeggiando il Castello. Tra questi, Pierluigi Ussorio, campione di Tiro a Volo, e Mariano Barbi, campione di canottaggio.

La tappa di Matera sarà l’ultima prima dell’arrivo della Torcia in Campania, dove dal 22 giugno comincerà un tour nel tour toccando i cinque capoluoghi che ospiteranno l’Universiade dal 3 al 14 luglio.

COSA E’ L’ UNIVERSIADE
L’Universiade, o Olimpiade Universitaria, è una manifestazione sportiva multidisciplinare rivolta ad atleti universitari provenienti da ogni parte del mondo. Seconda solo ai Giochi Olimpici per importanza e numero di partecipanti ed anzi ritenuta, nella sua versione estiva (Summer Universiade), equivalente se non superiore alle Olimpiadi invernali questo evento nel corso degli anni ha assunto sempre più i connotati di un vero e proprio festival internazionale dello sport e della cultura. Il termine “Universiade” infatti, frutto della combinazione tra le parole “università” e “Olimpiade”, racchiude in sé uno dei concetti alla base di ogni forma di sport: l’universalità.
L’Universiade, nella sua forma moderna e attuale, fu ideata dal dirigente sportivo italiano Primo Nebiolo che ne organizzò la prima edizione a Torino nel 1959.
Grazie al sostegno del Governo nazionale, che ha accompagnato la candidatura, e alla collaborazione con le Università italiane e campane, il CUSI (Centro Universitario Sportivo Italiano) e il CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), la Regione Campania ha ottenuto per la città di Napoli, lo scorso 5 marzo 2016, la designazione da parte della FISU a ospitare l’edizione estiva dell’Universiade che si terrà dal 3 al 14 Luglio 2019.
Napoli, sede delle Universiadi estive del 2019, è la terza città italiana per dimensioni demografiche ed è conosciuta nel mondo per la sua storia e per le ricchezze culturali, storiche e naturalistiche del territorio che la circonda. Napoli, e la Campania in generale, vantano inoltre una grande tradizione sportiva che ha dato vita negli anni a molte eccellenze in numerose discipline e che permea ormai la cultura e la vita quotidiana dei suoi cittadini.