Un evento, un ricordo e una rimpatriata tra ex atleti che hanno militato nell’Olimpia, nello Sporting Club, e ora ultrasessantenni cresciuti con quel talent scout della pallacanestro di quartiere- a cominciare da Piccianello- che fu il compianto Giannino Grieco. E gli amici, tanti, lo ricordano con un memorial sul parquet del rione Lanera con tiri a canestro per grandi e piccini, come era accaduto nei decenni scorsi. A ricordarlo un libro edito da Magister di Matera che abbiamo recensito https://giornalemio.it/sport/pvf-e-olimpia-ci-mancano-due-libri-magister/ e con tanta tristezza, per due squadre che non ci sono più e hanno lasciato orfani tanti tifosi. Pasquale Doria, Cristina Grieco e il dottor Bruno Buono, hanno ricordato, sorriso per quanto si portano dentro nel solco di Giannino. Continueranno a farlo passando il testimone ai giovanissimi, che vanno motivati a impegnarsi, a sacrificarsi per dare e ottenere il massimo da sè stessi, come vogliono le sane competizioni sportive, partendo dalla base. Carlo Melodia, vecchia bandiera del basket locale, insiste nel coinvolgere altri per il recupero dei campetti. Il prossimo è quello dell’Itc ”Antonio Loperfido” di via Aldo Moro. E Giannino da lassù attende il canestro inaugurale…da tre punti.

LA NOTA SULLA CONFERENZA STAMPA
E’ stata la sala conferenze del Museo Ridola di Matera ad ospitare questa mattina la conferenza stampa per la presentazione di “Basket Together – 1° Memorial Giannino Grieco 2021”, in programma nel pomeriggio di sabato 30 ottobre nel palazzetto “Giannino Grieco”, in via Pasquale Vena, dalle 17 alle 19. Un’iniziativa promossa per ricordare il primo indimenticabile presidente dell’Olimpia, storico vivaio del basket nella città dei Sassi.

Alla conferenza stampa hanno partecipato, tra gli altri, il giornalista e attuale consigliere comunale Pasquale Doria (che ha curato la prefazione e la postfazione del volume), Cristina Grieco, figlia del rimpianto Giannino, formatore per eccellenza di tantissimi materani che non smetteranno mai di sottolineare il ruolo di un faro dello sport per tutti e soprattutto maestro di vita, il dottor Bruno Buono, un altro cestista particolarmente legato a Giannino Buono. Presenti in sala altri atleti che hanno condiviso con Giannino Grieco la prima esperienza cestistica nella città dei Sassi.

All’evento al PalaLanera “Giannino Grieco” previsto nel pomeriggio partecipano le squadre della Virtus Matera e della Pielle Matera, con una dimostrazione di Easy basket e una breve esibizione degli under 19. Un momento dinamico per ricordare Giannino Grieco, in special modo il suo contributo ai più giovani cittadini materani innamorati della pallacanestro, con l’obiettivo di condividere “Insieme” il modo sano di fare sport.

A seguire è in programma la presentazione del libro, Globuli Basket, pubblicazione redatta a più mani che Grieco aveva iniziato e, purtroppo, non ha più avuto il tempo necessario per consegnare gli elaborati in stampa. Ci ha pensato sua figlia, Cristina, che ha raccolto l’eredità paterna, l’ha completata e l’ha condotta in porto con il sostegno di tanti amici di Giannino, nonché l’editore Magister, nella persona di Teo Papapietro.

Subito dopo, si svolge la premiazione dei giovani cestisti da ex cestisti materani, anche in questo caso con un intento del tutto esplicito. Traspare nettamente un filo conduttore che si dipana dagli ex cestisti alle nuove leve, sperando che qualcuno riesca a far brillare nuovamente questo sport sul cielo di Matera, come del resto alcuni ragazzi stanno facendo già ora, con ottimi risultati.