Manca un mese e mezzo o quasi a Matera e dopo il sopralluogo tecnico degli organizzatori del Giro ciclistico d’Italia, che hanno visionato il percorso per la tappa dell’ 8 e il 9 ottobre, il silenzio è calato sull’evento. Troppo presto? Ci preoccupa, piuttosto, il passaggio tra l’attuale e la futura Amministrazione comunale. Gli interventi di sistemazione della massicciata nei rioni Sassi sono pronti per via Buozzi- via Casalnuovo, ma non sarebbe male provvedere per tempo anche sulle tante chianche sconnesse di via Madonna delle Virtù e via D’Addozio . Qualche ”pezza” va messa anche durante il percorso di avvicinamento a Matera, tra la Ss 7 (guard rail danneggiati) e via San Vito con un fondo stradale in qualche parte da ripristinare. E non sarebbe male, con l’apporto di associazioni sportive e imprenditori, cominciare a creare quel clima giusto di attesa per l’arrivo del giro. Arredi in rosa e spot regionali a parte, da quanto annunciato in passato, ci sarebbe piaciuto poter presentare le piste ciclabili. Ma sappiamo come è andata…dopo lo smantellamento di quella di contrada Pantano e di quelle urbane. Se ne riparlerà, a cominciare dalla campagna elettorale. Progetti nel cassetto, naturalmente. A Cesenatico, intanto, la città del pirata ” Marco Pantani”, dove torna periodicamente il nostro prosindaco Antonio Serravezza tutt’altra dimensione e clima di attesa, organizzazione e promozione. La cultura d’impresa non s’inventa. Si costruisce. A Matera c’è tanto da pedalare…Nelle riflessioni che seguono un’idea su come si possa sfruttare prima e dopo una tappa del Giro d’Italia, aldilà se si è avuto un campionissimo e si ci sia una tradizione ciclistica.

IL CONTRIBUTO DI ANTONIO SERRAVEZZA

Mancano meno di due mesi all’appuntamento con il Giro d’Italia 2020 che fara’ tappa in Basilicata con arrivo e partenza da Matera l’8 e il 9 ottobre. Come si sta preparando la capitale europea della cultura 2019 a questo evento di grande evidenza nazionale e internazionale?  E’ un’occasione importantissima per la citta’ dei Sassi che potra’ dar risalto e rilancio al turismo che a causa del lock down ha avuto una lunga battuta d’arresto facendo soffrire tutto il comparto dell’accoglienza.  Spero tanto che la campagna elettorale per le amministrative non faccia dimenticare questo evento e che si crei immediatamente un comitato ad hoc per organizzare e creare eventi che in questi due mesi facciano da specchietto delle allodole a tutti gli appassionati delle due ruote del mondo. 
Mi trovo in vacanza in Romagna dove lo sport delle due ruote e’ molto sentito dalla maggior parte dei cittadini e sono testimone che gia’ sono tutti esaltati per la grande tappa di Cesenatico che avverra’ il  15 ottobre. 
La cittadina, patria di Marco Pantani, ha gia’ un presidente del comitato di tappa: il giovane Sindaco di Cesenatico: Matteo Gozzoli, 34 anni.
Nel breve incontro mi ha espresso  l’orgoglio con cui Cesenatico si sta preparando all’arrivo del Giro d’Italia.  L’Amministrazione locale insieme al Comitato di tappa ha gia’ iniziato a vestire di rosa la citta’:  l’altimetria del tragitto in Piazza Costa (sotto il famoso grattacielo) i piloni del cavalcavia della STatale dove transiteranno i ciclisti all’arrivo in citta’, le bandiere per tutta la citta’, murales ecc. oltre ad altre sosrprese che arriveranno a breve.  La scorsa settimana due campioni delle due ruote Valerio Conti e Joseph Dombrowski del Team Emirates sono stati invitati per visionare il famoso percorso dei Nove Colli, un granfondo di ciclismo che si svolge in Romagna, con partenza e arrivo a Cesenatico. Si tratta di una delle piu’ prestigiose manifestazioni del genere, fra le piu’ antiche e probabilmente la piu’ partecipata in Italia.  Valerio Conti ha portato la maglia rosa qui a Cesenatico visto che e’ stato l’ultimo atleta italiano a indossarla durante il Giro d’Italia del 2019.
Grandi aspettative per questa  cittadina romagnola che e’ la culla del turismo sin dagli anni in cui il Duce, Benito Mussolini, veniva a bagnarsi nelle acque dell’Adriatico. 
Spero che Matera, neo citta’ turistica, possa prendere esempio per organizzarsi anche in  tempi di Covid-19 a ricevere e programmare eventi importantissimi e difficilmente replicabili come il Giro d’Italia . Auguri Matera, auguri futuro Sindaco di Matera.