E dopo la decretazione ufficiale del fallimento della società Matera calcio, oberata di debiti, mancati versamenti di contributi ai giocatori, punti di penalizzazione e un notevole danno di immagine -e non solo sportiva- per la Città dei Sassi nell’anno di capitale europea della cultura, l’Amministrazione comunale si appresta a lanciare quella manifestazione di interesse per avviare un percorso di ripresa ma su basi ”serie, affidabili e concrete”. Ad annunciarlo il sindaco Raffaele De Ruggieri nel corso della conferenza stampa di presentazione della XXI Coppa Scirea di calcio Under 16, in programma dal 27 aprile al 4 maggio 2019. E il sindaco, che si rilassa guardando partite interessanti come Pordenone- Monza, ha annunciato la convocazione di un piccolo conclave con figure che ”possono dare una mano” per riportare il calcio giocato a Matera. E le disponibilità e l’esperienza della Coppa Scirea, con Mimmo Bellacicco, Franco Selvaggi, Paolo Grieco, di imprenditori che amano il calcio, sono tra queste. ” Serve un demiurgo- ha detto De Ruggieri- mi riferisco a un allenatore capace che metta sù una squadra di giovani lucani, partendo dal basso e lavorando in prospettiva”. Allo stesso tempo, come ha osservato Franco Selvaggi, occorre mettere sù una società seria che lavori con impegni e in base alle risorse che riuscirà a mettere insieme, cercando di trovarne delle altre. Ma servano anche impianti, un convitto per ospitare i giovani atleti. E’ un percorso lungo che società di A, dall’Atalanta alla Juventus, dal Chievo alla Roma, hanno avviato da tempo. Mecenati in giro ce ne sono davvero pochi e meno che meno emiri arabi con fondi sovrani da investire a fondo perduto. Serve una società possibilmente locale, con l’apporto dei tifosi, che lavori con lungimiranza come fece a suo tempo e per 25 anni l’encomiabile senatore Franco ”Ciccio” Salerno. Appassionato ma anche scopritore di talenti. E dallo Scirea ne sono usciti tanti e anche di livello mondiale. Vedremo cosa riuscirà a tirare fuori Matera e la Basilicata, come un numero di praticanti in calo a causa del calo demografico, e di problemi organizzativi e strutturali che vanno affrontati con una programmazione adeguata che coinvolga anche la scuola come accade all’estero. La partita inaugurale del 27 aprile, alle 18.00, presso lo stadio ”XXI Settembre- Franco Salerno”, tra Invicta Matera 2019- e Lnd Nazionale under 16, è il ritorno al calcio giocato in attesa che il Comune, con il sindaco e l’assessore allo sport Giuseppe Tragni, portino a termine il percorso di manifestazione di interesse, come accaduto per esempio nella vicina Bari. Dal campionato di Eccellenza o dalla serie D poco importa. L’importante è ripartite bene e fare le cose per bene, durature, come sta facendo il Picerno pronto a salire in serie C. Nel frattempo lo Scirea scalda i motori in attesa di vedere i campioni di ieri, la difesa di una grande Juve dei record con Cabrini, Gentile, Furino, Brio ma senza il portierone Zoff, e quelli del futuro. Quattro i gironi: A con Juventus, Bate Borisos (Ucraina), Fc Taranto e Cp Figc Matera. B con Udinese calcio, Sparta Praga, As Lucchese e Gsd Nuova Tor tre Teste di Roma;C con Lnd Italia Under 16,Rethymno Creta, Viktoria Plzen (Rep ceka) e Invicta Matera 2019; D con Fc Torino, Partizan Belgrado, Figc Basilicata, Af Darou Salam Dakar (Senegal) quest’ultima alle prese con problemi amministrativi per i quali si sta impegnando direttamente il ministro degli Interni Matteo Salvini: Si giocherà sui campi di Matera, Taranto-Statte, Bernalda, Spinazzola, Poggiorsini in provincia di Bari, Ginosa (Ta), Tolve e Bella in provincia di Potenza. Nel programma, sostenuto dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 e dalla federazione regionale gioco calcio, sono previste le esibizioni della banda degli alpini e di quella di Matera e il lancio dei paracadutisti. Casa Rago regalerà la maglia ufficiale della Coppa Scirea, con modalità di accesso presso il supermercato Dok di Matera. Lo scorso anno, ricordiamo, la Coppa fu vinta dell’Udinese. Quest’anno derby Juve-Toro o, sorprese dall’Est o dall’Africa?