La formula è di quelle che portano a consumare adrenalina tutta la notte nello stadio di Montescaglioso, anche perchè di giorno a ferragosto il sole batte fino a 40 gradi…Si suda a più non posso e si beve acqua fresca come cammelli e non è detto che dopo 90 minuti, tra una sfida e l’altra si possa giungere in fondo a un torneo estivo di calcio. E così a Monte,come la chiamano e non solo i montesi, la sfida la fanno in notturna, quando è tramontato il sole e magari spira un venticello che fa risparmiare energie e fiato. Anche perchè la finale è allo spuntar del sole. L’hanno chiamato ” U Tornè da Nott”, il Torneo della Notte, e sulle gradinate si attende un grande tifo. E la cornice di pubblico, non esageriamo, le norme imposte dall’epidemia da virus a corona vanno rispettate, è il premio piu’ apprezzato dagli atleti accanto a trofei e foto ricordo. Clima da Champion’s anche a Montescaglioso… Quanto alla foto ci siamo arrangiati, pensando alle massime di Lao Tzu,e in attesa del resoconto del torneo.

LA NOTA DIFFUSA PER L’EVENTO

Il filosofo e scrittore Lao Tzu diceva che:” Anche un viaggio di mille miglia inizia con un passo.” Il torneo “u tornè da nott” sarà il punto di ripartenza del calcio montese dopo il difficile periodo del lock-down. I miei due giovani amici Alessandro Gallitelli e Fabiano Miraglia mi hanno reso partecipe di questo bel progetto denominato “U tornè da nott” lo storico torneo della realtà calcistica montese,organizzato da due anni a questa parte da noi ragazzi. Il torneo si svolgerà presso lo Stadio Comunale di Montescaglioso il 15 e il 16 Agosto. E’ un torneo unico nel suo genere e per questo speciale: si svolge nell’arco di una notte; la fase a gironi comincia alle ore 18:00 mentre la finale si disputa la mattina dopo alle ore 07:00. Quest’anno il torneo riveste un duplice significato perché rappresenta la ripartenza dopo il coronavirus e il desiderio di noi tre ragazzi di regalare alla comunità montese un momento di svago e per far capire a tutti i giovani, soprattutto quelli che migrano al nord, che tante gocce formano un oceano e che, quindi se tutti rimanessimo in questo meraviglioso borgo ci sarebbero molte più opportunità per tutti di crescere insieme. Lo sport può ricordare quelli che sono i valori della solidarietà, dello stare insieme, dell’avere un obiettivo comune per cui lottare e vincere. Vi aspettiamo numerosi al comunale e vi raccomandiamo di rispettare e MANTENERE LE DISTANZE!

Rocco Luigi Silvaggi