La memoria non si cancella. E i suoi cari, gli amici, soprattutto quelli dello sport che ne hanno apprezzato qualità umane e professionalità, non potranno che ricordarlo quando il pallone gonfierà la rete e i tifosi esulteranno dalle gradinate dello stadio di calcio del borgo La Martella. Perché quell’impianto sportivo porterà il nome del collega Renato Carpentieri, che ci ha lasciato il 6 febbraio 2014. L’iter burocratico, con il consenso della famiglia, è pronto per essere avviato. E l’associazione “Amici del Borgo’’, come riporta la nota che segue, si è impegnata e continuerà a farlo per portare avanti l’iniziativa. I lavori di riqualificazione sono stati assegnati. Il tempo necessario e poi la prima partita al “Renato Carpentieri’’ con l’entusiasmo e il tifo, che il nostro amico e collega esprimeva con tanta passione per i colori biancoazzurri.

COMUNICATO STAMPA
Con l’ufficialità dell’assegnazione dei lavori del campo sportivo di La Martella, l’associazione “Amici del Borgo” comunica che avvierà l’iter burocratico per intitolare lo stesso, con il nome di Renato Carpentieri scomparso prematuramente il 6 febbraio del 2014. L’associazione Amici del Borgo dal 2014, con i colleghi di Renato del Quotidiano del Sud ad oggi, ogni 28 agosto ( giorno del compleanno di Renato), hanno organizzato eventi per ricordare l’impegno che Renato ha profuso nei suoi anni di vita nel Borgo ma anche nella città di Matera, conosciutissimo per il suo lavoro di giornalista (tifoso) sportivo che lo ha legato definitivamente alla città dei Sassi. Allo stesso tempo con i vari assessori che si sono susseguiti l’associazione “Amici del Borgo” ed il Quotidiano del Sud hanno sempre esternato l’idea di intitolare il campo sportivo di La Martella con il nome di Renato avendo come risposta l’approvazione di tale idea. L’associazione “Amici del Borgo” renderà noto a tutti le iniziative che verranno fatte per dare il nome di Renato Carpentieri al campo sportivo di La Martella. Tutto è autorizzato dalla famiglia.