Lo sport come risorsa terapeutica. Lo sport come punto di ripartenza, come opportunità di crescita personale e collettiva. Lo sport come strumento di inclusione, di efficace evasione dall’isolamento a cui spesso condanna la condizione di disabilità fisica e intellettiva.

Questo sarà il tema trattato nel convegno “Sport paralimpico: avanguardia sociale del Paese”, che si terrà a Policoro, presso la sala Buccolo del Palaercole, il 7 Dicembre alle 16.30.

Il convegno è organizzato dall’associazione World of Colors, in collaborazione con INI (Istituto Neurotraumatologico Italiano) e Rotary International e UNITALSI. E’ patrocinato da CONI Basilicata, Comitato Italiano Paralimpico Basilicata, FISIP, FISPES Basilicata, ANED, A.I.FI. Basilicata.

Fortemente voluto dalla World of Colors, l’evento ospiterà gli atleti della nazionale paralimpica di snowboard Jacopo Luchini, Alessandro Ossola e Roberto Cavicchi, il fisioterapista della stessa nazionale e dell’INI dott. Paolo Di Pietro, l’atleta della nazionale italiana trapiantati Angelo Panio, la fashion model Chiara Bordi.

Sarà coordinato dalla fisioterapista dott.ssa Teresa Franco e interverranno il presidente CONI Basilicata Leopoldo Desiderio, il neoeletto presidente CIP Basilicata Michele Saracino e il delegato regionale FISPES Basilicata Gerardo Zandolino.

Il convegno sarà occasione di confronto tra la forte esperienza internazionale degli atleti coinvolti e le realtà territoriali; sarà, soprattutto, per desiderio degli organizzatori, luogo di incontro tra gli atleti paralimpici e la nostra comunità.

Spiega Maria Teresa Prestera, vicepresidente World of Colors: “Abbiamo incontrato Alessandro Ossola e Jacopo Luchini, insieme al loro fisioterapista Paolo Di Pietro, in occasione di un evento ad Avezzano. Siamo stati rapiti dalla loro onesta semplicità, dall’assoluta mancanza di retorica nell’approccio relazionale. Hanno storie personali altamente drammatiche, alle quali sono stati in grado di reagire con una forza incredibile. Abbiamo sentito il desiderio di portarli in mezzo ai nostri ragazzi affinché questi potessero vedere e ascoltare quello che avevamo visto e ascoltato noi. Un privilegio vero averli ospiti della nostra manifestazione”.

Il gruppo di atleti nella mattina del 7, infatti, incontrerà gli allievi delle scuole del territorio.

L’auspicio, dichiarato anche nel titolo del convegno che riprende le parole recentemente pronunciate dal Presidente Mattarella al Festival della Cultura Paralimpica, è di sviluppare un approccio culturale nuovo sul tema della disabilità, intesa come risorsa, e sdoganando il ghetto della limitazione e dell’emarginazione.