lunedì, 4 Marzo , 2024
HomesatiraPedalata in ciclovia col chiatrone, con Palomba e Chiancone

Pedalata in ciclovia col chiatrone, con Palomba e Chiancone

La rima azzeccata ci sta tutta per il tour della coppia di ”Spighe Vaganti” che ha raggiunto la zona del Sirino e la ciclovia per una tappa tutta da pedalare, quasi a pelo d’acqua…E sì perchè Sergio Palomba alla vista dell’acqua e dei fiocchi di neve, in quel di Lauria, si lamenta, chiede, perchè a quelle temperature gli si congela tutto o quasi…E quel sangue caliente di Gabriele Chiancone è come il cliente ”ha sempre ragione”. Eccome. Il lago Sirino e poi la Ciclovia sono una attrazione, raccontata da Antonio Di Giacomo. Gli appassionati della bici possono imboccare il vecchio tracciato delle Ferrovie calabro lucane, al ponte in ferro della Taverna, che un tempo portava in Calabria fino a Spezzano Albanese(Cosenza). Un tracciato di 100 chilometri, 37 dei quali percorribili grazie a un finanziamento regionale, fino a Castelluccio inferiore. E c’ è l’ebrezza della galleria che,in fondo in fondo, fa vedere la luce…che rincuora il ”quaquarone” Palomba. Sì la paura, la ”quaquazza” come si dice in dialetto materano fa aumentare le pedalate fino all’uscita del tunnel. Il paesaggio è di quelli che ”ne vale la pena”’ con Lauria che a pochi chilometri dai Parchi del Pollino e dell’Appennino lucano. Dai monti al mare, dalla neve al mare di Maratea. Ma ” bbbell, bell” come dice Gabriele prima il rifornimento a tavola con pane e salsiccia pezzente. E domani ? Si pensa…Palomba pronto a battere le ali dal massiccio del Pollino o a volare dalle braccia del ” Redentore” nelle acque del Tirreno? Ueh, che Gabriele è capace…

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti