Oliver ”Sassi” Stones nella sezione APPeppino

L’autore di Platoon, Jfk e altri successi da Oscar è finito a Matera tra tanti ” Allo, Oliver…welcome to Matera” e inevitabili selfies nella sezione APPeppino di via Ridola, reduce da un tour in Puglia per l’Allora Festival di Ostuni( Brindisi), insieme ad altri come Matt Dillon, Jeremy Irons e altri. Tutti contenti, al settimo cielo,sull’onda degli Oscar e dei film che hanno segnato un’epoca e con l’impegno a rivedersi sul set di un film su un tour della memoria da riscattare, ribattezzato e con titolo provvisorio ”Purgatory”. La cosa dall’impronta lassativa ha stimolato la creatività di Antonio Andrisani, che ha già pronto la sceneggiatura sull’azione liberatoria della peristalsi intestinale da far digerire anche i Sassi, gi Stones o le pietre se preferiti. Una aggiunta di premitura di olio extravergine di Oliva e il passaggio da Purgatory a Paradise è fatto. Michele De Novellis si sta preoccupando di diritti, copy, Vito Evangelista sta mettendo a fuoco…un tour in Capitanata, Pino ”APPeppino” SIggillino un remake di Jfk ribattezzato ” Chennedì…” con l’accento sulla ”ì” (dove lui vuole essere protagonista, in vista della comunali 2025). Quanto a Oliver, scambiato di primo acchito con il noto conduttore tv Massimo Giletti, avrebbe detto di voler piantare la bandiera degli States nei Sassi e che vanterebbe il classico copyright, per la matrice del suo cognome, sugli antichi rioni di tufo. Inevitabile con le ”spighe vacanti che abbiamo a Matera e che non hanno mai registrato il nome Sassi, nè in italiano, nè in dialetto e nè in inglese. E poi come la mettiamo con Putin, i biglietti aerei dell’Aeroflot che il lider maximo, ha chiesto all’ambasciata russa a Roma, dopo la rinuncia del leader leghista Salvini. Da Platoon a Vattoon? Puo’ essere.

Related posts

Rispondi