Gatta ci covid? Macchè, niente miagolii, gatti mammone e gatte in calore. Per Pino ”APPeppino” Siggillino, leader del noto movimento di proposta e commento da piazza reale e virtuale, gran parte degli italiani per convenienza e mode,a seconda delle stagioni del covid da confinamento domiciliare (usiamo le parole in italiano o dialettali come ” nzzrret da iund”) sono diventati zoofili. Accompagnandosi con cani e sono diventati ”canisti” pur di uscire a tutte le ore per far fare a Fido i bisogni, poi runner e cioè podisti e adesso sciatori, per non rinunciare alla settimana bianca. ” Ma ci pigliamo in giro ? – dice APPeppino- vogliamo menare il can per l’aia ? Piuttosto è meglio stare a cuccia, a casa e non fare altre fesserie, perchè la crisi e non solo sanitaria c’è e si sente. Piuttosto tiriamo fuori il calendario di Frate Indovino, il Barbanera e vediamo come andranno le cose nel 2021. Per ora stiamo alla Speranza di Decreti e Vaccini e a Matera, per i credenti, vale il detto ” aiutati che ti aiuta la Madonna dell’Aiuto” . Quanto ad atei, agnostici e fermi alla lettera ‘a’ vale il detto ” chi fa da sè fa per tre”. APPeppino spezza una lancia in testa, ma di piombo, verso quanti negano l’evidenza di fatti, sciagure in atto e da venire, bevendo d’un fiato tutto quello che viene replicato con il passaparola dagli imbonitori del web e suggerisce, insieme ad altri, una soluzione al napalm da Apocalypse Now. Ma il problema è trovare ,dopo quel film premio Oscar, la materia prima. Non se ne trova un bidone nemmeno su e bay. A quanto pare tutta consumata nelle foreste del Mato Grosso. E allora non resta che pensare a soluzioni meno cruente e scuote la testa a prescindere sui commenti, ”a prescindere”, dei contrari per principio all’evento planetario di giugno a Matera per il G20.

Stacchio Greco,economista del movimento APPeppino, si sta preparando all’evento dei ministri degli esteri rispolverando un vecchia, ma sempre valida (durata cinquantennale) delega della Repubblica Popolare di Albania, rilasciata nel 1971 dalla buonanima del leader di Tirana Henver Hoxha. Al lavoro anche Vito Evangelista, responsabile della sezione archivistica e marketing, per una cartella ”top secret” di files audio, video, foto e redazionali sul movimento della chiave da 16 ”APPeppino” . Una realtà che in dieci anni buoni di elaborazioni, e qualche irriverente pernacchio, in tema di politica estera – soprattutto con l’emergenza covid- ha collegato gli APPennini alle Ande, come accaduto nel libro Cuore. ” Per Matera – ha detto APPeppino- che ammette di non ricordare nulla o quasi della miriade di eventi dell’anno da Capitale europea della cultura- l’unico appuntamento di visibilità internazionale sarà quello, in sovrapposizione con l’accensione delle luminarie per la festa della Bruna”. Dopo i canisti, i runner, gli sciatori, i ‘carnevaloni” anche i ministeriali? Pronti ad ”allucchire” con il naso all’insù e ad esclamare ” Oooh !” sotto un’arcata di lampadine a led. “Con il virus a corona la buttiamo ancora una volta in politica – chiosa APPeppino- e del resto non costa nulla. Siamo vaccinati e,piaccia o no, siamo sempre alla moda”. Palla al balzo e progetto per una sfilata di sfilazzi, sfilatini per la moda del covid affidato alle due Antonella del movimento. Se ne riparlerà dopo l’Epifania insieme agli stilisti Gasparre, Baldassarre e Melchiorre a Matera per inaugurare le tende ospedale del Qatar, insieme ai compari di presepe della Città dei Sassi in attesa del ritorno del Salvatore…