E’ l’ora dell’aperitivo alla vigilia del voto che per tanti è questione di vita o di morte, per altri la partecipazione alla campagna elettorale per conquistare uno dei 32 posti nel consiglio comunale di Matera è una esperienza e basta. Sopratutto per quelli che l’hanno presa per quella che è…Ma in attesa dell’esito di lunedì notte o martedì mattina, più sicuro, è meglio farsi l’aperitivo con un buon ” Compari & Soci”, naturalmente, da sorseggiare con un cucchiaio di arachidi, patatine, capperi, olive e salatini. L’idea, con tanto di idea e copyright, è dell’infaticabile barista della grafica nostrana Sergio Laterza (che non è candidato) che fa un bel brindisi alla salute di tutti ”belli o brutti”, ”coerenti o voltagabbana”, ”opportunisti o esperti saltatori della quaglia”. E poi fatto in compagnia, con un ” Compari”, segno di comparizio e di comarizio, ma anche – per gli analisti della psiche o ” capa gloriosa” come si dice da Bari alla Murgia- dell’apparire in compagna pari pari. Cosa c’entra con il voto? C’è chi vota per convinzione, chi per costrizione o per opinione. Per tutti un sorso di ”Compari” ma senza esagerare. Spezza l’appetito e salta la linea elettorale lungo il ritornello: ” Per chi voti?”, ” Mi Voti?”. Il voto è segreto. A meno che non prendiate i voti. C’è la confraternita dei ”Compari” che vi aspetta, folgorati – manco a dirlo- sulla via di Laterza.