martedì, 16 Luglio , 2024
HomeSalute & BenessereVeterinari al Cip di Serra Rifusa per il progetto Connessioni

Veterinari al Cip di Serra Rifusa per il progetto Connessioni

Formazione, gioco e inclusione hanno caratterizzato il progetto ” Connessioni, interventi assistiti con animali” , che terrà un incontro conclusivo – per la prima fase. a Matera, giovedì 22 giugno, presso l Centro integrato polivalente ( Cip) di Serra Rifusa. A parlarne l’Ordine dei medici veterinari , famigliari, i centri diurni della Asm , per un bilancio dei risultati raggiunti e per gettare le basi sulla seconda fase del progetto. In cantiere un percorso d buone pratiche, che potrebbe diventare un modello per altre situazioni

IL COMUNICATO STAMPA DELL’ORDINE DEI VETERINARI

Incontro aperto alle Istituzioni e ai familiari Giovedì 22 giugno 2023, ore 18.00
al Centro Integrato Polivalente di Serra Rifusa a Matera

L’Ordine dei Medici Veterinari di Matera comunica che si terra giovedì 22
Giugno p.v., alle ore 18.00, l’incontro conclusivo della prima parte del Progetto
Connessioni, Interventi Assistiti con Animali.
L’iniziativa aperta alle Istituzioni, ai familiari e ai cittadini rappresenta la
conclusione della prima tappa del Progetto, ideato e promosso dall’Ente di
Professionisti, finanziato con i Fondi Nazionali del Bilancio Partecipativo della
FNOVI (Federazione Nazionale Ordine Veterinari italiani), con il coinvolgimento
dell’ASM – UO Centri Diurni Matera che han messo a disposizione lo spazio del
Centro Integrato Polivalente di Serra Rifusa a Matera, diretto dal Dott. Edoardo
De Ruggieri. coadiuvati dalla Dott.ssa Pala Collocola e dall’OSS. Anna Maria
Tamburrino.
Il progetto ha coinvolto 20 persone frequentanti il Centro e altre strutture
quali A.MA.SAM. Casa Famiglia Matera e Servizio Sostegno all’ABITARE che, grazie
alle lezioni teoriche e pratiche condotte da un’équipe multidisciplinare de “La
coda di Ulisse” ETS Impresa Sociale composta dalle Dott.sse Anna Morelli e
Marianna Pantaleo, Medici Veterinari e dalla Dott.ssa Brunella Ranaldo,
Educatore Sociopedagogico e Couseling relazionale, hanno accompagnato i
discenti nella conoscenza degli amici a quattro zampe. Un percorso iniziato nei
primi giorni di maggio che ha visto approfondire temi riguardante i sensi del
cane, la sua alimentazione, il rapporto con l’uomo fino alla comunicazione intra
ed interspecifica.
Nel corso dei vari incontri, inoltre, sono stati realizzati laboratori e lezioni
frontali, con l’ausilio di video e immagini in grado di illustrare ai presenti le
esigenze degli animali tali da creare un coinvolgimento dei partecipanti.
La Dott.ssa Filomena Montemurro, Presidente dell’Ordine afferma come: “I
moduli individuati e messi in pratica con gli animali fanno sì che quest’ultimi
diventino protagonisti di terapie, percorsi educativi e socio relazionali dedicati a
pazienti con difficoltà relazionali, un veicolo principale attraverso cui pensieri,
emozioni e sofferenza trovano una forma condivisibile tra i due protagonisti.
Attraverso il gioco e l’accudimento di un animale – continua la Presidente -, si
vengono a creare importanti canali relazionali in grado di stimolare il singolo
individuo, rinforzando in lui il legame affettivo e le relazioni interpersonali. Gli
IAA, integrati in un più ampio progetto riabilitativo, che comprenda educazione
e terapia, creano benefici fisici, e nel contempo possono potenziare quei
meccanismi d’azione affettivi ed emozionali quali: l’empatia; la comunicazione:
animale-persona, che si basa soprattutto sul linguaggio non verbale; la
facilitazione sociale; il tatto; l’elemento ludico in grado di apportare benefici
psicosomatici.
Il Progetto Connessioni, in sintesi, si configura come un’occasione di
apprendimento e di sperimentazione educativa importante, in cui autonomia e
guida sono i fulcri dell’intervento degli educatori, coordinati da Medici
Veterinari, in cui è amplificata e sottolineata la dimensione relazionale ed
emotiva. Non è un caso che il progetto sia stato valutato in maniera positiva
dalla Federazione Nazionale e portata a progetto pilota esemplare e innovativo
per altre iniziativa analoghe in altre realtà della Penisola, al fine di valorizzare la
figura del Medico Veterinario per le sue competenze e professionalità. Non a
caso al termine dell’intero percorso formativo, previsto per la fine dell’anno con
la seconda fase da settembre a dicembre p.v., vedrà la pubblicazione di un testo,
un vero e proprio diario di bordo, dove Operatori, discenti e docenti
approfondiranno quanto appreso nel corso delle lezioni, con le loro emozioni e
sentimenti. Il libro curato da Sabrina Dragone per la parte scritta, sarà
corroborato da immagini e video curati dal fotografo Gaetano Plasmati”.
Nel corso della serata, i responsabili della struttura, i Medici Veterinari e il
Dott. Benedetto Neola, Componente il Consiglio Nazionale FNOVI, illustreranno,
insieme ai ragazzi, quanto realizzato sino ad oggi

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti