Se avesse avuto a disposizione, e con continuità, 10.000 vaccini al giorno il personale delle Aziende sanitarie della Basilicata avrebbe fatto anche i turni di notte, senza risparmiarsi, pur di raggiungere quella ”popolazione di gregge” che contribuirebbe a metterci al riparo dalla doppia crisi procurata dal virus a corona. E su questo la Uil FPL, pur senza scriverlo nel comunicato, ne è certa. Forte di quanto visto sul campo in questi mesi di pandemia con i problemi di una sanità che negli anni ha visto smantellare i servizi di prevenzione della medicina del territorio e attivare una riorganizzazione ”accentratrice” ospedaliera, che non ha procurato risultati apprezzabili. Ringraziamento dovuto alle donne e agli uomini del comparto sanitario regionale, che chiedono certezze e investimenti negli organici e nelle strutture, annunciati nei mesi scorsi. Loro in trincea ci sono e ci restano ma, si spera, con un maggior senso di responsabilità da parte nostra. Altrimenti sacrifici e speranze saranno stati vani.

UIL FPL: GRAZIE AI LAVORATORI DELLE AZIENDE SANITARIE PER I BUONI RISULTATI DELLA CAMPAGNA DI VACCINAZIONE IN BASILICATA

La prima settimana di campagna di immunizzazione di massa in Basilicata ha sicuramente prodotto risultati importanti. Il lavoro messo in campo dall’ASP e dalle altre aziende sanitarie va nella direzione giusta, ma altresì va riconosciuto lo sforzo e la professionalità del personale sanitario impiegato e da più parti riconosciuto come affidabile e competente. Alle donne e agli uomini del comparto sanitario regionale che stanno rispondendo con professionalità e disciplina alla lotta contro il Covid va il nostro plauso per il lavoro messo in campo e per l’impegno già ampiamente dimostrato nei mesi passati. Si apre adesso una nuova fase difficile e delicata dell’emergenza sanitaria che da un anno a questo parte sta incidendo, spesso mortalmente, nelle nostre vite, ma la prospettiva è sicuramente differente grazie alla presenza dei vaccini; per questo ci auguriamo che si possa procedere con tempi ragionevolmente alla messa in sicurezza della popolazione lucana per permettere un progressivo ritorno alla normalità e chiudere definitivamente questo terribile capitolo della pandemia. I lavoratori e le lavoratrici del Sistema sanitario regionale saranno ancora una volta in prima linea per vincere questa sfida. A loro va la nostra infinita riconoscenza, il nostro più incondizionato sostegno.
Potenza, 02/03/2021

Il Segretario Regionale Aggiunto Il Segretario Regionale
R. Pisani A. Guglielmi