Non siamo un Paese credibile nonostante gli sforzi, e ci riferiamo alla campagna vaccinale, di quanti stanno in trincea per rimediare alle contraddizioni, agli equivoci e, purtroppo, ai protagonismi di quanti si baloccano sui numeri raggiunti dimenticando i buchi di una coperta tarlata, perchè manovratori, dotti, medici e insipienti fanno a gara nel disorientare la gente. Partiamo da Astrazeneca, vaccino utilizzato a dismisura per tutte le età e condizioni per di fare numero e obiettivi, open day e astranight (per restare alla Basilicata) compresi. E che dire di johnson &johnson. Va bene per tutti ? E quanto dura? E così si susseguono circolari, comunicati con quell’equivoco di fondo che induce da una parte il generale Francesco Figliuolo ad andare avanti e a serrare le fila, mentre la politica è alla Speranza che tutto si aggiusti. E a complicare le cose ci si mettono gli anglicismi come Over, termine inglese che significa sopra, sul. Siamo in Italia e scrivetelo e parlate in italiano con fino a…oltre oppure sopra e sotto. Non create illusioni e disorientamento, sfiducia, perchè si sta creando da ‘liberi tutti” che fa capire ben poco su richiami, mix di vaccini, mRna e terzo richiamo. Senza dimenticare le aspettative fallaci e farlocche della carta verde o passaporto che Governo e pletora di esperti ministeriali vogliono far passare con quella fallimentare e truffaldina applicazione che è APPimmuni. E da noi? Si va avanti nei punti vaccinali tra giorni con scarsa affluenza (sabato e domenica in forte calo) e aumento in settimana, di quanti devono fare il richiamo. Disciplina, doveri, diritti? Vaccinazioni tra dossi e paradossi.

L’ESORTAZIONE DEL GENERALE FIGLIUOLO
Un invito a stare uniti e a stringerci a coorte…Ma non siam pronti alla morte, visto che si deve andare in vacanza. Il commissario per l’emergenza, generale degli alpini Francesco Figliuolo lancia il suo invito- raccomandazione, ricordando il risultato di ieri, dei vaccini con 512mila somministrazioni effettuate, nonostante le polemiche. “Le
disposizioni nella notte tra venerdì e sabato -ha detto Figliuolo- emanate dall’autorità sanitarie con indicazioni precise e moltotecniche, hanno portato le Regioni a chiedere dei chiarimenti” E con un riferimento preciso al quesito sui sessantenni: richiami aldisopra (astrazeneca) e aldisotto di quella fascia (altri)
Questo è il momento di restare uniti – ha concluso- e stringerci a coorte. Gli
italiani non devono farsi frastornare ma continuare vaccinarsi”. Appunto, italiani frastornati. Ma la richiesta di chiarimenti continua anche da parte del presidente della Federazione medici di medicina generale. Che parli l’Agenzia italiana del farmaco. E poi,aggiungiamo, arrivano altri vaccini. E se sì quali?

IN BASILICATA ARRIVANO 5880 PFIZER

BARDI: “IN ARRIVO 5880 PFIZER EXTRA CHE HO RICHIESTO A FIGLIUOLO PER I FRAGILI”

“Ringrazio il Generale Figliuolo per aver dato seguito alla mia richiesta: già domani arriveranno in Basilicata 5880 vaccini Pfizer in più rispetto alle consegne programmate. Saranno utilizzati esclusivamente per i lucani più fragili, che a breve potranno prenotare una data ravvicinata sul Portale Poste.

Da qui a fine mese sono previste le consegne di altri 69.790 dosi, che ci consentiranno di implementare la campagna vaccinale e di coprire i richiami. A tal fine, si aggiungeranno alle squadre delle aziende sanitarie già attive, ben tre unità mobili della Difesa per completare in tempi rapidi le vaccinazioni a domicilio: proprio oggi a Potenza ho incontrato il Generale Pirro per programmare le iniziative nei prossimi giorni in tutte le aree della nostra Regione. Il nostro sforzo organizzativo va avanti”. Lo scrive sulla sua pagina facebook il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.