Il sindaco della Città di Sant’Eufemia, Nicola Morea, l’aveva annunciato ed è stato di parola per vaccinare i concittadini, delle diverse fasce di età, replicando l’esperienza positiva fatta con i tamponi e poi con le prime fasce di età ammesse alla somministrazione di dosi anticovid. I dati forniti sui vaccinati da 60 a 79 sono lusinghieri e interessanti. Ringraziamenti a quanti su base volontaria e responsabile hanno deciso di tutelare sè stessi e i concittadini, per interrompere la spirale dei contagi, i volontari, medici e infermieri che non si sono risparmiati per portare a termine l’obiettivo. Ma a Irsina non si fermano e intendono continuare sulla strada intrapresa dando un segnale preciso e concreto alle istituzioni: dateci i vaccini e provvediamo direttamente no, e in sede, a vaccinare la popolazione. Del resto parlano i risultati, con guadagno di tempo e tanta efficacia. Modello Irsina da replicare…

>
> La città di Irsina ha risposto alla grandissima alla organizzazione messa in campo per la vaccinazione over 60.
>
> Enormi gli sforzi dei Medici di Medicina Generale, del Dr. Masciullo, di medici e infermieri volontari, della Protezione Civile Vola, dei Nonni Vigili, dell’Amministrazione Comunale, per realizzare una operazione di vitale importanza per la città.
> E’ stata intelligentemente replicatanl’organizzazione messa in campo per la vaccinazione degli over 80.
>
> Venerdi 23 sono stati vaccinati 200 cittadini rientranti nella fascia 70-79 anni.
>
> Lunedì 26 sono stati vaccinati oltre 300 cittadini appartenenti alla fascia 60-69 anni.
>
> Ci eravamo posti, insieme ai Medici, alla Protezione Civile, ai nonni vigili ed agli uffici comunali un obiettivo ambizioso. Irsina ha sofferto tanto per il Covid ed era desiderio comune fare squadra per aiutare città e cittadini ad uscire dall’incubo Covid prima possibile.
>
> L’organizzazione è stata perfetta, con una totale sinergia tra Medici, Protezione Civile Vola, Nonni vigili e Amministrazione. Abbiamo avuto anche la disponibilità gratuita di una squadra di Igea Soccorso.
>
> Il resto lo hanno fatto i cittadini di Irsina, partecipando in massa alla vaccinazione.
>
>
> Ringrazio tutti i MMG, il Dr. Masciullo, i Medici e infermieri volontari, la squadra di soccorso, il personale degli uffici comunali, del reddito minimo di inserimento ed i miei compagni di viaggio, Assessori e Consiglieri Comunali, che hanno lavorato duramente per rendere più sicura la nostra città.
>
> Ora non vogliamo fermarci.
> Nelle prossime ore scriveremo a Regione e Azienda Sanitaria per capire come procedere per la fascia 50-59 anni e per le successive.
>
> Noi ci siamo e vogliamo al più presto liberarci dall’incubo Covid.
>
> Irsina vuole archiviare la triste pagina Covid.