Hanno cominciato docenti e personale delle scuole medie superiori del Metapontino, come quelle di Policoro, e si andrà avanti così presso il centro vaccinale della Sala Pasolini di Matera nei prossimi giorni per vaccinarli tutti- sempre su base volontaria, naturalmente- in attesa che riprendano le lezioni in classe, come è giusto dire e scrivere. Che significa in ”presenza” ? Se non in aula con docenti e allievi e con una didattica costruttiva e non alienante, come è accaduto per lunghi mesi grazie alla dabbenaggine dei soloni ministeriale che hanno affrontato malissimo il problema, con l’aggravante delle situazioni locali, Basilicata compresa. E così ,tirando dentro anche la questione dei trasporti finora si sono vaccinati in 1500, dopo lo stop imposto il 15 marzo scorso dal sequestro cautelativo di uno stock di vaccino Astra Zeneca che da noi non aveva procurato alcun problema. Certo si è recuperato eccome, ma se ci fosse stato un centro nel Metapontino avremmo ridotto i disagi e le perplessità per alcuni di sobbarcarsi tanti chilometri per vaccinarsi.

Ma si deve andare avanti e così per la domenica delle Palme, nel pomeriggio, presso la tenda del Qatar, è prevista in orari scaglionati un massimo di 160 persone del personale scolastico degli istituti comprensivi di Irsina e Miglionico. Turno da mattino alla Sala Pasolini con gli Istituti comprensivo e superiore di Policoro, e gli istituti comprensivi di Salandra e Scanzano jonico. Lunedì 29 marzo presso la tenda del Qatar, orario pomeridiano, toccherà al personale delle scuole comprensive di Miglionico e Montalbano jonico fino a un massimo di 160 persone. Turno completo fino a un max di 396 persone alla Sala Pasolini, con gli istituti superiore e comprensivo di Stigliano, e quelli comprensivi di Scanzano Jonico e Tricarico.

Martedì 30 marzo alla Tendostruttura del Qatar, orario pomeridiano,per un massimo di 160 persone, vaccino per il personale degli istituti superiore e comprensivo di Montalbano jonico. Alla sala Pasolini, a cominciare dal mattino, turni di vaccinazione fino a un massimo di 396 persone per gli istituti comprensivo e superiore di Tursi, e per i superiori di Tricarico e Valsinni. Da parte del personale medico, infermieristico e dedito all’accoglienza e al controllo tanto impegno per portare avanti la campagna. I soldati sono questi per mutuare un tema militaresco, visto che alla guida della task force c’è il generale Francesco Figliuolo, e bisogna contentarsi. Ma se si intende dare un’accelerata occorrono rinforzi, meno protagonismo e più fatti, accanto a un numero adeguato di vaccini. E poi la scuola riapre vaccinando anche gli studenti. Che qualcuno si dia una mossa…