Situazione sotto controllo in Basilicata, con casi da covid 19 passati da zero a uno. Rilevato a Moliterno, una delle zone rosse del periodo di confinamento contumaciale (usiamo l’italiano) delle scorse settimane. Una persona ricoverata è nel reparto di malattie infettive a Potenza. Ma nel comunicato ufficiale nulla su età,sesso, se si tratta di recidivo, portato sano o di un nuovo arrivo. Nei grafici allegati nulla. Solo il freddo numero dei test negativi processati, ma dove e su chi non si sa? Cosa costa indicare e perchè non lo si fa? Tutto bene? Informazione e trasparenza sono il fattore necessario per responsabilizzare la gente a rispettare le regole. Ma serve il buon esempio…

Emergenza Covid-19, aggiornamento 8 luglio (dati 7 luglio)
La task force regionale comunica che ieri, 7 luglio, sono stati effettuati 228 test per l’infezione da Covid-19, di cui 1 è risultato positivo e interessa il Comune di Moliterno.

Con questo aggiornamento i casi di contagio in Basilicata sono 3.

Attualmente nelle strutture ospedaliere lucane è ricoverata 1 sola persona, che si trova nel reparto di Malattie infettive dell’Ospedale ‘San Carlo’ di Potenza.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 371 guariti; 2 persone di nazionalità estera e provenienti da Stato estero in isolamento in Basilicata di cui una ricoverata all’Ospedale San Carlo di Potenza.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 41.330 tamponi.

I lucani in isolamento domiciliare sono 3.

Il prossimo aggiornamento domani, 9 luglio, alle 12,00.