Resistiamo ma attendiamo il picco.Il dato, come riporta la nota della task force regionale per il coronavirus, è riferito a ieri 23 marzo durante il quale sono stati effettuati 48 test, uno dei quali positivo e riguarda -da quanto si è appreso in loco- una anziana del luogo. Laboratori al lavoro senza sosta e sindaci alle prese con ordinanze ”contumaciali” verso quei casi del quale si sa ”nulla” per il rispetto della tutela della privacy (ci mancherebbe) ma che è opportuno precisare provenienza, dove hanno lavorato, età e sesso. Trasparenza prima di tutto. Niente polemiche ma occorre rassicurare la gente. Non è possibile apprendere che personale sanitario sia risultato positivo, non importa se a Potenza, Matera, nel Melfese o nel Lagonegrese o nel Metapontino, dalle autodenunce social dei contagiati o dai provvedimenti conseguenziali adottati dai sindaci. E questo non aiuta ad avere fiducia sulla evoluzione del virus.Ci preoccupano le polemiche a distanza tra l’assessore regionale alla Sanità Rocco Leone e la Federazione Medici di Famiglia sull’abbandono della ‘trincea’ da parti di questi ultimi.Servono senso di responsabilità, sicurezza e informazione. E ritorniamo al punto di partenza. Se le Regioni non ce la fanno. Che intervenga il Ministero. Il Ministro della Sanità, Roberto Speranza, ha detto che la situazione è serissima…Appunto.

IL DATO REGIONALE
La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 23 marzo, sono stati effettuati 48 test per l’infezione da Covid – 19.
Di questi 47 sono risultati negativi e uno positivo.
Il tampone positivo arriva dal Comune di Valsinni.

LA DISTRIBUZIONE DEI CASI

33 casi a Potenza
13 a Matera
11 a Moliterno
7 a Rapolla
3 a Policoro
3 a Marsico Nuovo
3 a Paterno
2 a Genzano di Lucania
2 a Montescaglioso
2 a Tramutola
1 a Barile
1 a Marsico Vetere
1 a Salandra
1 a Rionero in Vulture
1 a Trecchina
1 a Teana
1 a Montemurro
1 a Valsinni

Totale 87 casi

Dopo un confronto con la task force, unica struttura abilitata a portare i conti dell’emergenza, è emerso che al momento il numero dei casi positivi registrati in Basilicata presso l’azienda ospedaliera San Carlo e presso l’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, comprensivo dei tamponi effettuati in Basilicata di persone residenti fuori regione è, con quest’ultimo aggiornamento, di 87. Mentre i tamponi processati al momento sono 744.

Al momento in Basilicata ci sono 14 persone ricoverate nei reparti di Malattie infettive e 12 persone in terapia intensiva.

Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.
Il prossimo aggiornamento domani, 25 marzo alle ore 12,00