Vatti a fidare. E santa pazienza dell’Epifania … per una attesa slittata di un’ora, inevitabili file per sottoporsi a screening anticovid in vista della riapertura scolastica per studenti, docenti, personale ata che nel giorno della Befana si sono presentati alla Palestra dello stadio ” XXI Settembre-Franco Salerno”. Un intoppo non previsto, a causa del corto circuito creato dalle mancate notifiche on line sulle prenotazioni e da altre incongruenze, come la mancata compilazione di moduli cartacei compilati di presentazione da presentare all’ingresso per fare i tamponi.

E così l’esordio della terza tornata di screening ha subito un rallentamento al quale si è rimediato, come ci ha raccontato l’assessore alla Protezione Civile Raffaele Tantone, che ha recuperato sul piano logistico e organizzativo la situazione. Fila smaltita per ora di pranzo e ripresa nel primo pomeriggio.Tecnologia indispensabile, ma quando un server per un motivo o per l’altro va in tilt e allora le conseguenze si vedono nel reale come già accaduto per concorsi, iniziative e altre menate populistiche come il ”click day” , il ‘cash black” e via elencando. Per farla breve nel giorno dell’Epifania si toccherà una punta di 2400 tamponi e nei giorni a seguire quote inferiori fino al 10 gennaio. Ritorniamo alla considerazione del tradizionale ”carta canta” per ottimizzare un sistema, quello della comunicazione innovativa, che va potenziata e monitorata. Un altro aspetto è quello organizzativo. E’ importante il ”distanziamento” fisico altrimenti, nonostante la mascherina, è inevitabile il rischio di contagio come hanno evidenziato alcune mamme in fila con i piccoli studenti. Anche in questo caso sistema da monitorare e ottimizzare. Resta, comunque, la validità di una iniziativa che tornerà utile per la ripresa dell’anno scolastico.
Ricordiamo che ci si può prenotare compilando il format on line sul sito del Comune di Matera https://forms.gle/oMV3BRjgU8UDEkSt9