Problema serio e grave. Molti anziani, indigenti, precari e via ‘’disastrando’’ rinunciano a curarsi perché non ha i soldi per farlo. E così tirano avanti alla men peggio. Del resto c’è poco da fare. I tagli alla Sanità, il rincaro dei tickets, la drastica riduzione della medicina del territorio a favore dell’accentramento di funzioni e risorse negli ospedali- come avvenuto in Basilicata e come confermato da inchieste giudiziarie- non inducono all’ottimismo. Anzi. Da qui, ma anche con altri presupposti che pubblichiamo di seguito, l’iniziativa di Franco Lomonaco (Stato moderno Solidale) di chiedere al Magistrato Silvana Arbia di avviare al più presto il “COMITATO per la SALUTE PUBBLICA in Basilicata”. Basta un click…Passaparola.
COSA CHIEDE LA PETIZIONE
Il “laboratorio per una politica sperimentale di sviluppo in Basilicata”, lancia la Petizione per chiedere a Silvana Arbia di avviare al più presto il
Petizione lanciata da: Francesco Lomonaco Presidente di SMS (Stato Moderno Solidale)

Silvana Arbia in molte occasioni pubbliche ha detto: “D’altra parte, in Basilicata non è che manchino gli esempi di siti “attenzionati” dalle stesse istituzioni (le quali, però, spesso fingono di non vedere e non sapere). Non solo: in regione abbiamo le scorie nucleari dell’Itrec di Rotondella, gli inceneritori, varie discariche e i pozzi petroliferi. Ce n’è abbastanza, dunque, per drizzare le antenne”.

FIRMA la Petizione per dar vita al Comitato che avrà il compito di
1. Raccogliere dati,
2. Esaminare le cause di quelle morti
3. Ridurre i rischi per i sopravvissuti
4. Promuovere le azioni giudiziarie necessarie
5. punire i colpevoli
6. Ottenere riparazione per le vittime, i loro familiari e le comunità interessate.
Silvana Arbia (ex Giudice Internazionale) per competenza e passione civica è la persona giusta a cui affidare questa battaglia di CIVILTA’.
In una pubblica intervista Silvana Arbia ha detto: “Per non perdere altro tempo ho dato incarico all’avvocato Maria Grazia Masella di esaminare complessivamente la situazione e, occorrendo, di formare insieme ad esperti di comprovata competenza e indipendenza un pool scientifico-consulenziale, con il compito di pianificare azioni legali opportune perché la salute dei lucani sia adeguatamente tutelata. E’ una causa che interessa tutti: informazioni e contributi per fini di verità e giustizia sono preziosi”.
E’ stato attivato un indirizzo email al quale tutti gli interessati possono rivolgersi per segnalare o denunciare situazioni che rientrano nell’oggetto del costituendo comitato: comitatosalutepubblicalucana@gmail.com.
Così si potrà in qualche modo contribuire a dare vita a una nuova entità che dovrebbe rinsaldare i diritti dei cittadini, spesso ignorati dalle istituzioni.
FIRMA la PETIZIONE affinchè intorno alla volontà dell’ex giudice internazionale si formi il COMITATO per la SALUTE PUBBLICA in Basilicata”. Molto dipende da questa firma, ma anche dalla volontà dei cittadini, che spesso appaiono rassegnati e che, invece, il COMITATO potrà creare condizioni per fornire informazioni e approfondire di più le nostre conoscenze su tali temi.