Pulvirenti, quando anche a Matera prestazioni di Radioterapia e Chemioterapia?

Ci sarà mai “la possibilità concreta di poter fruire presso il Madonna delle Grazie delle prestazioni di Radioterapia e Chemioterapia, in tempi rapidi e non probabili?”

E’ la semplice ma importante domanda che il signor Antonio Manicone, coniuge di una paziente oncologica in trattamento radioterapico a Bari, pone in  una PEC appena inviata alla attenzione  della Commissaria ASM di Matera Dott.ssa Pulvirenti e di cui ci ha chiesto  “di darne ampia diffusione, considerato il delicato argomento di cui tratta.

 ALLA C.A.
Commissario straordinario Sabrina Pulvirenti

Buon pomeriggio Dott.ssa Pulvirenti, sono Antonio Manicone e le scrivo da Matera, in qualità di marito di una paziente oncologica in trattamento radioterapico a Bari, presso Ospedale Oncologico Giovanni Paolo II, purtroppo su Matera non è possibile farla se non a Rionero in Vulture (Pz), non so nemmeno come ci si faccia ad arrivare.

In merito al “Piano Della Performance Aziendale 2022”, pubblicato dai media ieri 25 Giugno 2022, noto fra gli obiettivi che vi siete prefissati, quanto sotto riportato:

“favorire la realizzazione della Rete Oncologica Regionale di Basilicata”: questi, in estrema sintesi, gli obiettivi strategici indicati nel Paino della performance dell’ASM.

Da marito di una paziente oncologica, ma, credo, ma anche a nome di tanti miei concittadini e non, compresi tutti quelli della Provincia di Matera, mi chiedo e le chiedo come si possa concepire nel 2022 che una città di Provincia, quale Matera, con un Ospedale, nato a suo tempo, per soddisfare un bacino di utenza di 250.000 utenti, debba immigrare in altre sedi, Rionero in Vulture (Pz), Bari, Acquaviva delle Fonti (Ba), per sottoporsi a trattamenti di radioterapia e chemioterapia, con grossi disagi, sia da un punto di vista psico-fisico che economici.

Ritengo tutto ciò fortemente ingiusto, disumano e pregiudicante nei confronti di tantissimi utenti che si trovano costretti a vivere questo disagio, non bastasse la patologia oncologica, quando, invece, potrebbero farla comodamente vicino casa loro.

Aldilà dei bellissimi proclami, gradirei un suo cortese cenno di riscontro alla mia P.E.C, non fosse altro per rispetto nei confronti di tutti i malati Oncologici della Provincia di Matera, fornendo, nel contempo, anche risposte certe in base a quanto da me segnalatole, ovvero circa la possibilità concreta di poter fruire presso il Madonna delle Grazie delle prestazioni di Radioterapia e Chemioterapia, in tempi rapidi e non probabili.

Augurandole un buon lavoro, resto in attesa di un suo gentile riscontro, stesso mezzo.

Saluti
Antonio Manicone”

Related posts

Rispondi