E venne il giorno, il primo, del vaccino anticovid 19 nella Asm, su un totale di 975 assegnati, con i primi 70 volontari a Matera e 25 a Policoro. A Matera e su scala provinciale il buon esempio è venuto dal dottor Francesco Dimona, primario di Rianimazione e presidente da pochi giorni dell’Ordine dei Medici, da una infermiera Angela Anecchino e da una operatrice socio sanitaria (O.S.S) Barbara Berardi. Scelte in rappresentanza delle categorie più esposte nella lotta alla pandemia. Si andrà avanti a tambur battente, domenica compresa, nei prossimi giorni con la macchina organizzativa che coinvolge l’intera struttura sanitaria, amministrativa e tecnica: dall’anamnesi sui volontari alla prima dose di vaccino con un richiamo tra una ventina di giorni, dal frigorifero alla filiera di monitoraggio. Va precisato che ad oggi ha risposto il 65 per cento del personale interpellato per sottoporsi a vaccino su base volontaria e di questi ha risposto positivamente l’80 per cento. Alla Asm sono ottimisti perche questi valori possano essere incrementati. Poi toccherà ad altre categorie e in via prioritaria, come scritto e ripetuto in altri servizi, a figure professionali in trincea e alla popolazione anziana. Servono sicurezza, informazione e senso di responsabilità, anche per contenere – come ormai sentiamo ripetere dallo scorso mese di ottobre- potrebbe esercizi una terza fase di contagi.

COMUNICATO STAMPA ASM : VAX DAY
Il giorno che tutti aspettavamo è finalmente arrivato.
Stamattina, all’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera, sono iniziate le prime vaccinazioni. I primi vaccinati sono stati i medici, gli infermieri e gli O.S.S. che lavorano nei reparti Covid di Rianimazione, Malattie Infettive, Pneumologia e Pronto Soccorso dove il rischio di essere contagiati è molto alto.
Tra qualche giorno sarà il turno degli USCA e degli Igienisti e dopo il 7 gennaio toccherà anche alle RSA.
Il Direttore Generale, Gaetano Annese, invita tutto il personale dell’Azienda Sanitaria a vaccinarsi in quanto questo vaccino possiede tutte le caratteristiche necessarie per poter essere effettuato in totale tranquillità essendo stato approvato dalla agenzia americana e dall’EMA, Agenzia Europea del Farmaco.
Questa è una giornata storica e piena di speranza.

Non è una vaccinazione come tutte le altre in quanto questo passo in avanti della scienza potrebbe segnare finalmente la fine e la sconfitta del COVID.
Il dottor Dimona, direttore dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione e presidente dell’ordine dei Medici, è stato il primo medico ad essere vaccinato. “Bisogna convincere tutti a vaccinarsi – commenta il dott. Dimona a fine vaccinazione – più alta sarà la percentuale dei vaccinati e più tranquilli saremo.”
Non abbassiamo la guardia e continuiamo a lottare tutti insieme verso lo stesso obiettivo.