La nota d Raffaele Libutti, segretario della Fials provinciale di Potenza e aziendale del Crob di Rionero in Vulture ( Potenza) è di quelle che, in una fase difficile per la sanità regionale, danneggiata per i tagli alla spesa del passato e di cui oggi paghiamo le conseguenze in piena emergenza da epidemia covid 19, colpisce per la pacatezza dei toni e per la passione verso una professione (quella sanitaria) e un luogo difesi con tenacia e un pizzico di speranza. E da Libutti vengo suggerimenti ‘’concreti e fattibili’’ affinchè si giunga quanto prima a espletare i concorsi per l’assunzione del personale, per la loro sistemazione logistica e l’impiego razionale a servizio della struttura e dei cittadini. Merita attenzione e attuazione. La lotta al virus a corona- covid 19 coinvolge tutti. Ricordiamolo e ricordiamocelo. La salvezza di una vita dipende soprattutto da questo.

La nota del segretario della Fials

Non eravamo preparati al Corona virus, ma tutto il personale sanitario sta dimostrando elevate capacità di adattamento. Parliamo di medici ospedalieri, di medici di base, del personale sanitario e infermieristico, eroi che, rischiando la salute, guardano in faccia il potente e subdolo nemico.
Un nemico invisibile, che agisce su scala molecolare e sfugge a qualsiasi trattamento farmacologico oggi disponibile negli arsenali terapeutici, ma dal quale è possibile guarire con opportuna assistenza.
Tutti i medici, i ricercatori, il personale di laboratorio e gli infermieri italiani stanno dando un enorme contributo alla cura e alla lotta contro il COVID-19. Purtroppo il numero degli operatori è esiguo; molti si stanno ammalando, bisogna reclutare nuovo personale e reperire risorse. La Regione deve farsi promotrice e volano per le iniziative.
L’obiettivo è quello di dare un aiuto concreto per far fronte all’emergenza, avendo a cuore il sacrificio di medici, infermieri e di tutto il personale sanitario impegnato strenuamente nella tutela e cura dei nostri concittadini che stanno vivendo una situazione di stress lavorativo: ferie e permessi, già autorizzati, sono sospesi.
Il decreto legge 9 marzo 2020 prevede misure straordinarie per l’assunzione di medici, infermieri e personale sanitario, compreso il richiamo dei sanitari in pensione e altre disposizioni per il potenziamento del Servizio sanitario nazionale. Giusta la decisione della Direzione generale Irccs Crob di Rionero che ha stabilito di espletare la procedura di selezione per il conferimento di incarichi temporanei di posti di infermiere per soli titoli al fine di redigere una graduatoria di merito che sia immediatamente usata, sia dall’Istituto, che dalle altre aziende del Ssr, per il potenziamento dei propri organici e poter far fronte all’attuale emergenza epidemiologica.
Un aiuto molto importante da parte dell’Irccs Crob. Concludere celermente la suddetta procedura significa dare disponibilità di risorse di personale da destinare alle aziende della regione per la lotta all’emergenza.


C’è bisogno di forze e aiuto. Bisogna snellire le procedure assunzionali di medici, infermieri e operatori sanitari, attingendo, anche, dall’esame dei soli curricula.
Vorremmo proporre alla Regione Basilicata di assegnare gli infermieri in base alla graduatoria redatta e al numero dei posti da conferire, tenendo anche conto della residenza e/o domicilio dei candidati, assegnandolo, per esempio, in strutture vicino ai comuni di residenza, in modo da evitare difficoltà logistiche e di spostamenti rendendone più agevole l’inserimento.
In alternativa si potrebbe offrire un alloggio al personale sanitario di altre regioni. Il Crob deve predisporre tutto il necessario affinché nel laboratorio siano analizzati i tamponi risultati tutti negativi al Covid-19 e supportare, quindi, l’Azienda Ospedaliera San Carlo in questa attività.
Bisogna che venga predisposta una programmazione attenta dei reparti di degenza e dei servizi da sanificare. Si devono invitare tutte le aziende regionali, centri ed enti pubblici e privati, associazioni, cooperative e consorzi a mettere a disposizioni le proprie risorse, tecnologie e personale e proporre soluzioni finalizzate alla lotta alla pandemia. Bisogna ricordare che è una lotta comune, nessuno deve sentirsi escluso sull’intero territorio regionale e nazionale. Bisogna mettere a fattor comune tecnologie e innovazioni per combattere il Coronavirus.

La Segretaria Aziendale Fials con le Rsu si congratula con la Direzione Generale dell’Irccs Crob sulle decisioni prese e sollecita la Regione Basilicata ad intraprendere tutte le successive azioni tese a sveltire le procedure assunzionali in questa situazione di generale emergenza.
Raffaele Libutti
Segretario Fials provinciale e aziendale Crob