E’ un cambio di passo da sempre auspicato dall’Ugl della provincia di Matera, e dal comparto sanità in particolare, e ne è una conferma la notte bianca dei vaccini organizzata dalla Regione Basilicata e dalla Asm per sabato 8 maggio presso la tensostruttura del Qatar della Città dei Sassi. Per Gianluca Giuliano, Segretario Nazionale della Ugl Salute e Pino Giordano, Segretario Provinciale Ugl Matera è una iniziativa di esempio e sprone per tutta l’Italia. A disposizione 750 dosi di Astrazeneca, per la fascia di età compresa tra 60 a e 79 anni, con prenotazione libera e priorità per le categorie fragili.

Comunicato stampa

Matera, ‘notte bianca’ per il vaccino. Ugl Salute:” Una iniziativa di esempio e sprone per tutta l’Italia”.

Sarà una notte bianca che però questa volta invece che suoni, luci e canti vedrà protagonista il vaccino. “Dopo la riuscita dell’open day vaccinale, in un momento ancora difficile – dichiarano Gianluca Giuliano, Segretario Nazionale della Ugl Salute e Pino Giordano, Segretario Provinciale Ugl Matera – una iniziativa come quella pensata dalla ASM di Matera è qualcosa di rivoluzionario. Dedicare dalle ore 22,00 dell’8 maggio alle ore 06,00 del giorno successivo alla somministrazione dei vaccini sarà fondamentale e lancia un segnale di esempio e sprone all’intera nazione”.

I sindacalisti proseguono: “Ringraziamo il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi e il Commissario straordinario della Asm di Matera dott.ssa Sabrina Pulvirenti per essere stata promotrice di questa iniziativa che consentirà a 750 persone, dai 60 ai 79 anni, di ricevere il vaccino. Tra di loro avranno priorità i soggetti ipoacusici, i sordomuti, i ciechi civili e quelli autistici, sempre compresi in quelle fasce d’età. Tutto questo sarà possibile grazie al grande impegno degli operatori sanitari che hanno entusiasticamente accettato di prestare la loro opera fuori dall’ orario di lavoro”. Giuliano e Giordano concludono: “La strada intrapresa è quella giusta e finalmente la sanità lucana si trova di fronte a quel cambio di passo che abbiamo sempre richiesto.”.

Matera, 05 maggio 2021.