Una firma per accelerare il percorso verso la sicurezza e il diritto alla salute per contrastare la diffusione della pandemia da virus a corona. Ma per farlo occorre sospendere le licenze dei brevetti, detenuti dalle grande case farmaceutiche, e che hanno fruito – non dimentichiamolo- di corposi finanziamenti pubblici per mettere a punto i vaccini. Serve una spinta per indurre la politica, in Italia, come in Europa e negli altri Continenti a garantire a tutti la possibilità di vaccinarsi, sopratutto chi non ha risorse e strutture per farlo. Certo, perchè, alla pandemia virale si risponde con una vaccinazione altrettanto pandemica. Anche Matera è coinvolta nel ‘click day” dei vaccini, con il banchetto allestito domani 29 maggio in piazza Vittorio Veneto davanti a Banca Intesa. Un impegno comune in tante piazze e con Paolo Rosso testimonial di eccezione. Già raccolte 200.000 firme. Manca la tua. Passaparola… come ricorda da sempre Vittorio Agnoletto e i tanti che ci mettono faccia ed energia in una battaglia che si può vincere: diritto alla cura.


Comitato Italiano ICE, Iniziativa dei Cittadini Europei
Right2cure – No profit on pandemic
Diritto alla Cura- Nessun Profitto sulla Pandemia
VACCINI, 29 MAGGIO CLICK DAY NELLE PIAZZE ITALIANE PER STOP
BREVETTI: PAOLO ROSSI TESTIMONIAL D ‘ECCEZIONE
COMUNICATO STAMPA
Milano, 28 maggio 2021. “Stop ai brevetti dei vaccini per poterne produrre in quantità sufficienti
per quanti siamo nel mondo e cioè 7.8 miliardi di persone e garantire così la salute di tutti: ogni
altra strada è inadeguata e illusoria!” E’ questo il messaggio del click day di domani, sabato 29
maggio e della mobilitazione straordinaria che animerà le piazze italiane, da Torino e Milano a
Firenze, Roma, Napoli, Campobasso, Matera e Palermo, per citarne alcune; in allegato un
elenco di alcune delle città e delle piazze coinvolte.
L’iniziativa si svolge nell’ambito della Campagna europea Right2Cure#NoprofitOnPandemic,
ed è coordinata dal Comitato Italiano, a cui aderiscono in Italia ben 110 realtà associative e
organizzazioni, fra cui i principali sindacati e personaltà della cultura, della scienza, del sociale e
dello spettacolo: testimonial d’eccezione Paolo Rossi, il cui video è già “in onda” sulla pagina
italiana della campagna https://www.facebook.com/right2cure.it, dalla quale sabato 29 sarà
trasmesso in diretta il collegamento con tante piazze, dalle 10 alle 12:30. L’obiettivo è raccogliere
un milione di firme in Europa, che grazie allo strumento dell’ICE, l’Iniziativa Cittadini Europea,
obbligherà la Commissione Europea a rivedere la propria posizione di chiusura alla proposta di
sospensione dei brevetti per i vaccini.

Sono state raccolte ad oggi oltre 200.000 firme on line e la giornata di domani con la presenza
“fisica” dei banchetti, gestiti dalle tante associazioni aderenti, consentirà anche la raccolta
“cartacea” delle firme, anche attraverso il confronto diretto con i cittadini.
C’è una scadenza imminente ed è la riunione del Consiglio Generale Trips del WTO l’8 e il 9
giugno Il Parlamento Europeo il 19 maggio ha approvato una risoluzione a larghissima
maggioranza (con 468 voti a favore e 63) che comprende la richiesta di una sospensione
temporanea dei brevetti per i vaccini, i farmaci e i kit diagnostici per il Covid 19. Occorre fare
presto perchè la pandemia sta inchiodando interi paesi come l’India, mentre nei paesi poveri e a
basso reddito è stato vaccinato solo lo 0,3% della popolazione, briciole delle quote di vaccini
prodotte da BigPharma: le conseguenze potrebbero essere inimmaginabili.
Ufficio Stampa – Carmìna Conte – cell. 393 1377616
https://noprofitonpandemic.eu/it “Diritto alla Cura, nessun profitto sulla pandemia

TUTTE LE CITTA’ DEL CLICK DAY
Right2cure – No profit on pandemic
Diritto alla Cura
29 MAGGIO, CLICK DAY CAMPAGNA EUROPEA RIGTH2 CURE:
ELENCO CITTA’ CON I BANCHETTI PER LA RACCOLTA FIRME
Desio, Piazza, Conciliazione
Gallarate, Piazza Libertà
Saronno, Piazza Libertà
Cremona, Piazza stradivari, vicinanze Comune
Legnano, Piazza San Magno
Firenze, Piazza del duomo
Milano, Piazza Duca d’Aosta
Milano, Piazza Argentina
Roma, Piazza dell’Esquilino
Monza, Piazza Centemero Paleari
Cosenza,
Bergamo, Albino (BG) Via Mazzini
Matera, Piazza Vittorio Veneto
Lodi, Piazza Castello
Bologna,
Mantova, Piazza Sordello
Torino, presso Spazi Reali, Corso San Maurizio 4 e presso Binaria Centro Commensale Gruppo
Abele, Corso Trapani 91
Oratino (CB) Piazza Mercato – Camper Cgil
Campobasso, davanti davanti al Centri vaccinali
Termoli , davanti al centro Vaccinale
Teramo, Piazza Martiri
Potenza, Piazza Mario Pagano
Santa Croce sull’Arno
Napoli, Largo Berlinguer, vicino alla fermata metro Toledo
Caserta, Largo San Sebastiano
Palermo, Via Ruggero Settimo, sotto i portici, via Generale Magliocco, dalle 9 alle 13 e dalle 17
alle 19.
In Toscana ,A Firenze, Grosseto, Massa Carrara, Livorno, Lucca, Pisa, Prato, Pistoia e Siena,
a cura della CGIL son stati allestiti i banchetti per la raccolta firma nelle giornate del 26/27/28
maggio in occasione di diverse iniziative e assemblee e proseguiranno nei prossimi giorni nelle sedi
territoriali
In Liguria Genova, La Spezia, Savona e Imperia, i banchetti sono stati allestiti il 26/27/28
maggio presso le Prefetture

E A MATERA :LA NOTA DI CGIL, CISL E UIL

Ai mezzi di comunicazione

Cgil – Cisl – Uil della provincia di Matera, avendo aderito alla GIORNATA EUROPEA dal titolo: NESSUN PROFITTO SULLA PANDEMIA, il giorno 29 maggio 2021, dalle ore 10.00 alle ore 12,30, in Piazza Vittorio Veneto (davanti a Banca Intesa), raccoglieranno le firme per sospendere i brevetti e garantire i vaccini per tutti perché:

Il COVID – 19 si diffonde a macchia d’olio. Le soluzioni devono diffondersi ancora più velocemente. Nessuno è al sicuro fino a che tutti non avranno accesso a cure e vaccini sicuri ed efficaci. Abbiamo tutti diritto a una cura;
Firma questa iniziativa dei cittadini europei per essere sicuri che la Commissione europea faccia tutto quanto in suo potere per rendere i vaccini e le cure anti-pandemici un bene pubblico globale, accessibile gratuitamente a tutti e tutte.

Sicuri di un riscontro positivo, distinti saluti.

Cgil Cisl Uil
Eustachio Nicoletti Giuseppe Amatulli Bruno Di Cuia