Confrontarsi fa bene, soprattutto quando si parla di sanità e in questi giorni, per vari motivi, abbiamo constatato che senza programmi, volontà e risorse non si va da nessuna parte. Sforzi tanti, ma oltre non si può andare. Servono chiarezza e investimenti, anzicchè esultare per l’accreditamento dell’ Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della Ricerca (Anvur) per la facoltà di medicina e chirurgia, che ha risorse solo per un triennio. Il Movimento ‘’ La sanità Materana non si tocca’’ ha incontrato nello scorso finesettimana la commissaria della Asm. Sabrina Pulvirenti elencando richieste suggerimenti, per cambiare qualcosa. Da un commissario non ci si può attendere di più. Dipende dalla Regione Basilicata che non si è sbilanciata oltre annunci e comunicati, ma niente tavoli di confronto con sindacati e sindaci. Gli impegni si prendono in quelle sedi valutano progetti e risorse a disposizione. Al Movimento ‘ La sanità materana non si tocca’’ va il merito di tener caldi i temi delle carenze dell’offerta sanitaria e delle istanza della popolazioni per prestazioni specialistiche, liste di attese e medicina del territorio. L’annuncio del nuovo Cup senza un potenziamento dei servizi ha lasciato le cose come stavano. E ritorniamo alla Regione…


Comunicato stampa*
Il Movimento La Sanità Materana non si tocca e le associazioni aderenti incontrano il Commissario Asm Dott.ssa Sabrina Pulvirenti

Venerdì 16 luglio 2021 presso la Direzione Generale della ASM in via Montescaglioso a Matera il Commissario ASM Dott.ssa Sabrina Pulvirenti ha incontrato I rappresentanti del Movimento La Sanità Materana ed una delegazione di Presidenti delle associazioni che il 29 Maggio 2021 hanno aderito alla manifestazione “Insieme per la Sanità Materana” in piazza Vittorio Veneto a Matera, sono intervenuti :
-Comitato La Sanità Materana non si tocca!
Giovanni Sciannarella ,
Marco Bigherati,
Dott.ssa Eva Taccardi;
-Ass.Loco Ardito
Ing. Egidio Tamburrino;
-Coordinamento Socio Sanitario CSV Matera, Ass. AIPD
AnnaMaria Colangelo;
-Ass. AIDE e ANLA
Anna Selvaggi;
-Ass. Genitori H24
Lucianna Stigliani;
-Ass. Bene Comune
Dott. Francesco Vespe;
-Ass. ODE Basilicata
Ida Riccardo.
L’incipit dell’incontro ha avuto come tema l’elenco delle motivazioni che hanno creato la protesta e hanno portato alla elaborazione del “manifesto”,atto conclusivo della manifestazione stessa.Argomentando i presidenti hanno esposto al commissario le proprie istanze e le problematiche riscontrate :dai cittadini con fragilità,dai pazienti diversamente abili o dai diabetici, dai pazienti oncologici ecc ,tali da aggravare una condizione già critica e mettendo ancor più a dura prova suddette fragilità. Queste problematiche hanno fatto si che una buona percentuale di cittadini materani migrasse verso la vicina Puglia per poter soddisfare i propri bisogni assistenziali, tale migrazione è diffusa da tempo poiché la sanità materana non riesce a soddisfare le prestazioni richieste dai cittadini,la cui impossibilità è aggravata dalla carenza di medici, infermieri ,oss , tecnici di radiologia, amministrativi,ecc .
Inoltre i presenti hanno chiesto al Commissario l’attivazione di un tavolo permanente di confronto sui temi affrontati per restituire alle associazioni il giusto ruolo, che meritano, così da portare i cittadini nella vita delle istituzioni essendo la sanità un bene comune. Durante l’incontro sono stati affrontati argomenti di vario interesse come
la Facoltà di Medicina,il sostegno agli anziani riguardo al quale è stato richiesto al Commissario di annullare il provvedimento che ha sfrattato il centro anziani dai locali di piazza Firenze in cui erano ospitati.
Le associazioni hanno chiesto al Commissario una Sanita di qualità per tutti i cittadini e che la ASM metta in campo azioni positive per il rilancio del nostro Sistema Sanitario.

Il Commissario ASM dopo aver ascoltato attentamente quanto detto ha illustrato la drammatica situazione che ha ereditato, mostrando ciò che è stato fatto in questi mesi per cercare di iniziare a sistemare la nostra sanità. Ha evidenziato come ha provato ad assumere medici ed infermieri cercando di tamponare la grave carenza a cui si è arrivati poiché nella governance precedenti è stato fatto un piano assunzioni insufficiente rispetto al fabbisogno reale.
La Dott.ssa Pulvirenti ha continuato ad illustrare quanto fatto anche per l’avvio
dei lavori per la Radioterapia, ha messo in atto azioni utili per equiparare il pagamento delle prestazioni aggiuntive dei dipendenti ASM ,ferme a 10 anni fa, al personale del San Carlo di Potenza cercando così di rendere più appetibile la ASM ai professionisti. A ciò si aggiunge l’avvio dei lavori per il Pronto soccorso di Matera e non ultime la messa in atto di iniziative per il rilancio delle strutture di Policoro, Stigliano, Tinchi e Tricarico. Il Commissario riconosce l’importanza delle associazioni ed è per questo che ha chiesto di fare rete, inoltre La nuova dirigenza asm ha deliberato per un punto di ascolto donna ed ha attivato nelle farmacie dei comuni più periferici, la possibilità di pagamento dire del ticket ed esenzione così i cittadini non sono più costretti a recarsi a Matera per il pagamento del ticket sanitario, in ultimo è stato attivato uno sportello di ascolto codice argento che offre la consulenza di psicologi ed assistenti sociali per supportare gli anziani.
Speriamo vivamente che tutto ciò non si fermi e che la Regione Basilicata possa prorogare il mandato della nuova dirigenza asm così da continuare quanto iniziato.
Al commissario e’ stata chiesta una relazione dettagliata di quanto detto e fatto. A chiusura dell’incontro il Commissario ci comunicato che nonostante tutti i problemi della ASM la stessa ha chiuso il Bilancio in attivo.