Puo’ capitare, un movimento sbagliato, l’assenza di riscaldamento prepartita come capita di frequente per il ‘’calcetto’’ o calcio a 5 e negli altri surrogati del calcio (ricordiamo ai somari che il football non può essere chiamato a calcio a 11 perché il numero dei calciatori è già insito nella denominazione) una caduta, l’usura degli anni…e si è costretti a una indisponibilità temporanea, con conseguente intervento chirurgico, seguito dalla riabilitazione. E’ bene, comunque, affidarsi a professionisti, magari con esperienza sportiva come Mario Morello, il noto centrocampista dai piedi buoni che fu uno dei perni del FBC Matera della serie B. Appese le scarpe al chiodo l’aitante centrocampista è diventato fisioterapeuta. E ha portato la sua esperienza, tra aspetti tecnici e consigli utili, alla Università delle tre età (Unitre) dove tiene un corso di giornalismo il collega, nonché professore Carlo Abbatino –oggi in pensione- con la passione per il pallone, la poesia e la musica. La lezione di Morello- come riporta il resoconto di Caarlo-ha coinvolto l’uditorio vista l’attualità del tema trattato. Dolori e disagi temporanei superabili, con una riabilitazione adeguata.

IL RESOCONTO DI CARLO ABBATINO

Alla Università delle tre età in due incontri nel corso delle lezioni di Giornalismo del prof Carlo Abbatino l’esperto Fisioterapeuta Mario Morello, già giocatore di calcio di Serie A e del FBC Matera del presidente Senatore Franco Salerno con la cui squadra contribuì, 40 anni fa, alla promozione in Serie B ha disquisito in maniera egregia e brillante con linguaggio molto pertinente e ricco di immagini sulle problematiche relative allla Fisioterapia della gamba e in particolare del”Ginocchio”. L’esperto ha posto in essere con competenza e titolarità tutto ciò che riguarda il recupero funzionale del paziente circa “le menomazione e le disabilità motorie e le relative cause”. L’uditorio è stato attento ed anche molto interessato in quanto le qualità espressive dell’argomento pur essendo ricco di terminologie tecnico-scientifiche relative al problema sono state di facile comprensione. Morello ha sottolineato la riduzione del dolore e di altre sofferenze e quindi della riabilitazione che può raggiungere risultati ottimali con la funzionalità quotidiana perché il paziente possa. riprendere la normale vita di relazione. Presenti oltre agli allievi della’ Unitre, con sede nell’istituto Commerciale “Loperfido” , La professoressa Marcella Mele quale testimonianza diretta dell’intervento subito e quindi della riabilitazione, l’ex giocatore del Matera Calcio Diego Giannattasio compagno di squadra di Morello. Al relatore fisioterapista Morello il ringraziamento dell’Unitre.
Carlo Abbatino