Patti chiari e amicizia lunga o quasi…visto l’aumento delle separazioni e della crisi del matrimonio tradizionale, vuoi per motivi economici che per oggettivo cambiamento di modelli culturali, alimentato da una conflittualità che esaspera i ruoli, protagonismi e vittimismi di Lui e Lei.

Se pensate al gran passo, a mettere su famiglia, se avete lavoro e reddito e ritenete di aver incontrato la persona giusta, ma vi fidate solo del buon senso e del ‘’non si sa mai’’, è bene avvalersi della consulenza con un avvocato matrimonialista o esperto in diritto di famiglia e di un consulente amministrativo, per capire bene dove si dovrebbe andare a parte se l’idilliaco  vaso di Pandora dovesse un giorno rompersi lasciandovi cocci, contenziosi su proprietà  e alimenti da pagare.

La cosa sta prendendo piede anche in Basilicata, in attesa che il BelPaese recepisca tutta una serie di norme e regolamenti che definiscano meglio la materia e aprano a nuove forme di convivenza. “E poi – ci dice un esperto- aver tutto chiaro sin dall’inizio sulle possibili conseguenze di un rapporto che finisce e che ha implicanze sulla famiglia e sulle proprietà, ma anche sui redditi, evita incomprensioni e favorisce la soluzione dei problemi aiutando le parti a voltare pagina con maggiore serenità”. Sperando -aggiungiamo- che Provvidenza , Fortuna e Buon senso aiutino a limare i problemi, spesso di natura finanziaria, o alimentati da quanti hanno interesse ad alimentare la conflittualità e a impedire di rifarsi una nuova vita, se c’è la voglia di ricominciare…

Tutto questo provoca stress e ricorsi a figure specialistiche come quelle dello psicologo e di altre che dovrebbero aiutare a risollevare lo stato di salute psicofisico. Figure che troveremo magari in uno stand dei saloni dedicati ai matrimoni? Tutto è possibile e non sarebbe male per evitare le ‘’piazzate’’ strumentali da socialforum o televisive per sciorinare i panni sporchi in pubblico, tra una denuncia querela o un tentativo di stalking. Altro che veli e marce nuziali!

Per fortuna ci sono ancora i sognatori raggiuntii al cuore del simpatico Cupido o che cercano di farsi colpire con una freccia scagliata alla cieca…perché il tempo sta passando senza convolare a giuste nozze. C’e’ chi sospira sui fiori d’arancio e assapora l’ebrezza , ma anche lo stress,di un giorno che ti cambia la vita e chi è lì per la seconda, la terza o volta o solo per curiosità o per vedere l’effetto che fa , come ricorda il ritornello di “Vengo anch’io …’’  una nota canzone di Enzo Jannacci.

E’ il clichet delle rassegne dedicate ai matrimoni, incentrate sulla parola magica sposa che caratterizza gran parte del budget della data fatidica: abiti, visagisti e parrucchieri, e poi fiori, video e foto, musica e spettacoli, partecipazioni e inviti, fino alla logistica da backstage, al nolo di auto o carrozza da cerimonia o in qualche caso del bus e dei pernottamenti per gli ospiti che vengono da fuori, dai menù, e delle bomboniere, al viaggio di nozze, all’arredamento del nido d’amore o all’acquisto dello stesso.

Se non vi rivolgete al wedding planner, l’organizzatore di matrimoni ed eventi che pensa a tutto, è d’obbligo il ‘’fai da te’’ che richiede non poco impegno e tante verifiche fino alla fine, se non si verificano possibili intoppi. I costi dovrebbero essere ripagati con i regali in danaro,  a meno che non si decida per la lista nozze. Il qual cosa ‘’stretto stretto’’ oscilla tra i 30.000 e i 50.000 euro. Poi i conti e il motivetto della tradizione sulle note del “Ce s’ mangiò la zita la prima sera…’’. Auguri e se vi va figli maschi…cambiali come le femmine.

Matera-si-Sposa-15_WEB-1024x512