A San Valentino un bacio, un cuore e un cioccolatino per una passione e un sentimento che duri tutto l’anno e, chissà, per l’eternità. Tre  simboli tracciati da Cupido o dalla matita senza tempo di Raymond Peynet, l’artista francese dei teneri fidanzatini, per vivere, ricordare o auspicare sinceri e spontanei momenti di passione con il Lui o a Lei nell’isola degli innamorati. Che il vostro colore o genere sia rosa o azzurro o vibri nelle gradazioni dell’arcobaleno l’appuntamento del 14 febbraio riserva aspettative, certezze e speranze di una attesa antica, a volte magica, fuori dagli aspetti commerciali delle vetrine ricoperte di cuori rossi, pupazzi di peluche, gioielli, abbigliamento intimo, dolci infiocchettati o offerte amene dell’arcipelago dei “due cuori e una capanna” in un luogo indimenticabile.

San Valentino è un giorno senza tempo da guardare con gli occhi del cuore, frugando nelle pieghe delle passione, di una frase che fa rima con cuore  e amore, tra labbra che si schiudono, sensazioni e attrazioni rinnovate su un “Ti amo’’ declinato in tante lingue e legato a canzoni o film di successo. Ricordate “Love Story’’ o  “ Un uomo e una donna’’ o ‘’ Je t’aime moi non plus’’ o “La canzone dell’amore’’, “ Besame Mucho’’ , altri successi di cantautori come Fabrizio De Andrè  o di interpreti impegnate come Gianna Nannini, Fiorella Mannoia e tanti altri, che hanno avuto come atmosfere  brani musicali o paesaggi paradisiaci destinati a rendere  immortali l’amore e la festa degli innamorati. E amore è Poesia che anima le tante muse dell’anima?

Immensa, in proposito, è la produzione poetica di versi d’amore  senza tempo. Come non ricordare e leggere alcune frasi intense di  Catullo “Odio e amore’’ , Dante ‘’ Tanto gentile e onesta pare’’, Francesco Petrarca ‘’ Benedetto sia il giorno’’, Guido Cavalcanti ‘’ Io vidi li occhi dove Amor mise’’, Giacomo Leopardi “ A Silvia’’, a William Shakespeare , Alda Merini “Io sono folle per te’’, Emily Dickinson “ Che sia l’amore tutto ciò che esiste’’ , Pablo Neruda “Sonetto XVII’’ ,  Gabriele D’Annunzio “Rimani, Stringiti a me, La pioggia nel Pineto’’.

Poesia , ma anche ,canzoni , parole che si spostano sulle immagini di foto e di quadri che hanno celebrato l’amore in tutti i tempi, con un legame indissolubile che si stringe e pervade la cultura e la filosofia di tante discipline sin dall’antichità,  a cominciare  dal simbolo dell’Amore  diffuso nella mitologia. Per i romani Cupido, raffigurato come un bimbo pacioccone, dispettoso e alato, pronto a colpire l’innamorato di turno, era il figlio di Venere. I  Greci, invece, lo avevano identificato come Eros, figlio di Afrodite, la dea della bellezza e dell’amore. Differenze sottili ma contigue che confluiscono nell’attrazione e nelle passioni quando il cuore batte a mille.

E se il cuore “batte a mille all’ora’’, come ricorda una nota canzone di Gianni Morandi,  si può partire per il tour tutto italiano sui luoghi di San Valentino e degli Innamorati. Citiamo Terni, che celebra il patrono SanValentino, Bussolengo (Verona), Sadali ( Caserta), Vico del Gargano ( Foggia), Breno ( Brescia), Quero ( Belluno); San Valentino Torio ( Salerno), Fano Adriano ( Teramo), Chiasellis di Mortegliano (Udine) per fine alla nostra Abriola ( Potenza) dove il ricco programma di festeggiamenti dura una settimana con eventi all’insegna delle promesse da amore eterno… alla dolcezza dell’arte bianca.

Nel novero delle tappe sentimentali figurano Verona con i luoghi di Romeo e Giulietta e la benaugurante sfregatina portafortuna sul seno bronzeo della celeberrima amata della tragedia shakespeariana, la rocca di Gradara ( Pesaro Urbino) che celebra la storia dantesca di  Paolo e Francesca e tanti altri che hanno fatto scrivere fiumi d’ìnchiostro e fatto versare, nelle varie epoche,  lacrime di passione . Luoghi ma anche città simbolo degli innamorati come Roma, Firenze, Venezia, le Cinque Terre ( Liguria) con la via dell’Amore o il castello di Venere Ericina a Erice (Sicilia).

Per gli amanti, ma con disponibilità finanziaria, la ricorrenza può portare nella “Ville Lumiere’’ a Parigi o nelle esotiche isole a forma di cuore da carta da gioco come  Voh ( Nuova Caledonia), le barriere coralline di Heart Reef ( Australia) il cuore verde di Maketpeace Island ( Australia), la Tavarua Island ( Isole Fijii), l’atollo di Tupai ( Polinesia francese dove visse Paul Gauguin), le isole a forma di cuore in Patagonia lago Gutierrez ( Argentina-Brasile), la foresta di conifere in Cantabria ( Spagna) fino all’isola disabitata  detta anche dell’amore o degli amanti di Galesnjak in Croazia.

Ma non dimenticate che l’Italia ha un cuore verde, l’Umbria, dove l’amore di Francesco e Chiara segnano tanti luoghi e poi la Basilicata, il cuore del Mezzogiorno o del Mediterraneo, se preferite, con tanti luoghi e itinerari d’amore. E a San Valentino basta guardarsi negli occhi e dire poche parole per sognare e viaggiare, fare un piccolo regalo, sincero, che duri per sempre…vivo come la fiamma di una cena a lume di candela o intenso come le parole scritte nel bigliettino, che avvolge la dolcezza di un bacio.