Un segnale di ripresa per la ripresa dei servizi di monitoraggio, attesi da prima della pandemia, da persone o loro famigliari esposti all’amianto che vivono nel territorio dell’azienda sanitaria di Matera. Si tratta di piccoli numeri per iniziare, come riportano la nota dell’azienda e le dichiarazioni del commissario Sabrina Pulvirenti. Un servizio, ricordiamo, sollecitato in più occasione dall’Aiea Valbasento, oltre che nelle note e negli incontri dai sindacati. Situazione da monitorare affinchè i servizi vengono potenziati e con dati e situazioni da aggiornare… E su questo tema interviene il consigliere regionale Gianni Perrino (M5s) del quale pubblichiamo più avanti il commento.

LA NOTA DELL’AZIENDA SANITARIA DI MATERA

Asm, riprende sorveglianza sanitaria per ex esposti amianto

Leone: “si tratta di un piccolo ma importante segnale di ripartenza dopo la pandemia”
Dopo il periodo di sospensione dovuto all’emergenza sanitaria e all’avvio della campagna di vaccinazione, a partire dal 26 luglio 2021 riprendono gli interventi sanitari di medicina prevenzione a favore dei lavoratori ex esposti ad amianto.
Lo rende noto il Commissario straordinario dell’Azienda sanitaria di Matera, Sabrina Pulvirenti, a parere della quale “il riavvio di tale percorso è un atto irrinunciabile ed anche un segno di grande fiducia nei confronti dell’utenza”.
“Invitiamo tutte le persone interessate al percorso preventivo e di sorveglianza sanitaria dei lavoratori ex esposti ad amianto – aggiunge Pulvirenti – a mantenere anche in questo caso i corretti comportamenti che sono indispensabili per evitare la diffusione del Covid quali il distanziamento, il lavaggio delle mani, l’uso della mascherina”.
Nel rispetto dei protocolli anti Covid saranno programmati interventi per 6 pazienti a settimana.
“Si tratta di un piccolo ma importante segnale di ripartenza dopo la pandemia. I lavoratori già esposti all’amianto meritano gli interventi sanitari di cui necessitano e siamo sicuri che questa ripartenza delle prestazioni sanitarie sia solo l’inizio della nuova normalità post pandemia”, sottolinea l’Assessore alla Sanità della Regione Basilicata, Rocco Leone.

LA SODDISFAZIONE DEL CONS REGIONALE GIANNI PERRINO

COMUNICATO STAMPA

Bene la ripresa dei controlli per i lavoratori esposti ad amianto: ora si lavori per smaltire le liste d’attesa.

Di tanto in tanto arriva un segnale di normalità dalla traballante sanità lucana. Abbiamo appreso con soddisfazione della ripresa degli interventi sanitari di medicina preventiva a favore dei lavoratori ex esposti ad amianto.

Nelle scorse settimane avevamo sollecitato la Giunta attraverso un’interrogazione, mettendo in risalto la situazione di assoluta gravità che si era venuta a creare dopo lo stop decretato ad inizio pandemia. L’U.O. di Medicina del Lavoro dell’ospedale di Matera assiste la più numerosa coorte di lavoratori esposti ed ex esposti ad amianto sul territorio nazionale.

Ci auguriamo che sia solo il primo dei segnali di ritorno alla normalità per un sistema sanitario regionale che registra pesanti ritardi nell’espletamento delle liste di attesa. I dati che girano in questi giorni sono davvero preoccupanti ed evidenziano un calo drammatico, tanto per citare un esempio, dei controlli previsti per i malati oncologici.

La strada appare in salita visto e considerato che non sono ancora note le strategie del governo regionale per il riassetto del sistema sanitario regionale. Ad ogni modo, accogliamo con favore questo segnale positivo e ci auguriamo ne giungano presto altri.

Gianni Perrino

Portavoce M5S Basilicata – Consiglio Regionale