Una sola positività al coronavirus è risultata dai tamponi processati nella giornata del 26 luglio. E riguarda la città di Potenza. Dato contenuto dopo gli zero casi dei giorni scorsi. Va bene e con numeri gestibili in attesa di realizzare quel monitoraggio, con Istat e Croce rossa italiana, che almeno dalle nostre parti è limitato a poche adesioni a causa di una informazione carente e scarsamente efficace, perchè scoraggiata da un numero anonimo che è il prefisso di Roma 06… a cui in tanti non rispondono, pensando – giustamente- che sia il numero di uno stressante call center che vuole venderci qualcosa. E agli sconosciuti non si risponde.

Normale che la cosa stia passando così. Che gli organizzatori si ripieghino, altrimenti la risposta dei 150.000 …da monitorare e su base volontaria sarà un insuccesso. Stessa solfa per la equivoca e scarsamente affidabile, per la tutela della privacy, sulla APP immuni che gestirà dati sensibili da virus a corona. Anche questa su base volontaria che riuscirà se vi aderirà il 60 per cento della popolazione. Auguri…

Nel frattempo…“La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 26 maggio, sono stati effettuati 537 test per l’infezione da Covid – 19.

Di questi uno è risultato positivo e riguarda la città di Potenza.

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione restano 34, come ieri, perché bisogna aggiungere il caso positivo di oggi, ma bisogna sottrarre un caso che il 16 maggio scorso era stato erroneamente attribuito a Forenza.

Da una verifica effettuata sui casi positivi attivi in Basilicata è invece emerso che quello di Forenza è un paziente residente in Lombardia e attualmente in isolamento in Basilicata.

Ai 34 positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda), 336 guariti, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 2 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove si trovano in isolamento domiciliare e altri 4 pazienti, uno residente a Torino e tre in Comuni della Lombardia, tutti in isolamento domiciliare in Basilicata.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 27.734 tamponi, di cui 27.317 risultati negativi.

Attualmente i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere lucane (Azienda ospedaliera San Carlo e Ospedale Madonna delle Grazie) sono 7 così suddivisi:

–Azienda ospedaliera San Carlo: malattie infettive 3, terapia intensiva 0, pneumologia 2;

–Ospedale Madonna delle Grazie: malattie infettive 2, terapia intensiva 0, pneumologia 0.

I lucani in isolamento domiciliare sono 27.

Il prossimo aggiornamento domani, 27 maggio 2020, alle ore 12,00.

In allegato il bollettino quotidiano con tutti i dati riassuntivi.”