La foto è azzeccata per simboleggiare il clima della campagna elettorale di Matera che vedrà in campo sei candidati sindaci ( Domenico Bennardi, Pasquale Doria, Rocco Sassone, Giovanni Schiuma, Nicola Trombetta e Luca Braia) che dovranno guidare la ”quadriga”dello scontro- confronto per il voto del 20 e 21 settembre e, per due di loro, anche al ballottaggio del 4 ottobre con la benedizione di San Francesco d’Assisi. La foto del sestetto di cavalli è reale e campeggia sull’Arco della Pace di Corso Sempione a Milano. A girarcela un nostro attento lettore, Salvatore Malcangi, che ha auspicato per Matera la ”ripresa” di una corsa e al galoppo verso nuove vittorie. Non chiedeteci chi vincerà e cosa dicono sondaggi e passaparola. C’è un voto spaccafamiglie, tanti voli della quaglia per scelte o strategie precise, che al momento porta a un esito incerto. Ma se volte scommettere sul cavallo vincente fate pure. Ricordate il noto film del 1976 ”Una febbre da cavallo” con Gigi Proietti ed Enrico Montesano? Matera ha lavorato per un po’, durante la Prima Repubblica, a un progetto di ippodromo al borgo La Martella. Ma poi si è fatto altro. I cavalli ci sono tra maneggi e festa del 2 luglio. E allora al trotto e al galoppo e che vinca chi ha tecnica, costanza e consenso.