” Chi ten faccia s’ marit e chi no’ rest zit” che, tradotto dalla tradizione popolare, fa ” Chi ha faccia, coraggio, si fa avanti …altrimenti non ci si sposa e si resta scapoli o zitelle”. Il detto calza a pennello per invitare i candidati a sindaco di Matera a rompere gli indugi.

E così Per la festa di San Lorenzo, 10 agosto, tocca a Pasquale Doria, giornalista e direttore della rivista Mathera, presentare la candidatura a sindaco per un raggruppamento di liste civiche di ‘centrosinistra’ e con una precisa identità di scelte per Matera, in materia ambientale, urbanistica, alternativa con quanto visto finora. E’ espressione di Comunità materana, Matera Civica e Matera libera. Non è nuovo alla ”passione” per la politica, visto che lo scorso anno si è fatto le ossa per le regionali con una campagna elettorale pentastellata…E con San Lorenzo il cielo stellato porta a scrutare il passaggio di quelle che lasciano una scia indelebile. Per quanti riescono a vederle è d’obbligo esprimere un desiderio. Auguri… Tanto più che la presentazione è stata evidenziata da brevi note giunte a tutte le redazioni -precisiamo- con un messaggio condiviso e questo è un buon segno per chi si accinge a fare squadra e a chiedere consensi. “Abbiamo definito un percorso programmatico per amministrare la città di Matera- riporta la nota delle tre liste Una proposta che privilegia il governo partecipato e trasparente, della solidarietà, dei servizi alla comunità, dello sviluppo economico e territoriale, sostenibile ed ecocompatibile, dell’avanzamento culturale e sociale di tutti cittadini e di tutte le cittadine. Conferenza stampa lunedì 10 agosto, alle 11, in Matera, Via Collodi n. 5” . E con Pasquale Doria salgono a tre i candidati sindaci che hanno ufficializzato la candidatura. Due con una conferenza stampa, Pasquale Doria e Domenico Bennardi (M5S) che sarà supportato anche da un’altra lista, e Marianna Dimona attuale assessore comunale al Turismo la cui candidatura-investitura è venuta dal sindaco Raffaello De Ruggieri.

Si attendono segnali anche dal il Pd, da Italia Viva e da correnti del Partito democratico che potrebbero presentare una propria candidatura e da Coalizione Civica. Gli incontri, va detto, si susseguono ma finora – come si dice dalle nostre parti – non si è quagliato nulla. Si lavora alla sorpresa dell’ultima ora? Magari un usato sicuro a testa calva o al recupero di chi nei giorni scorsi ha fatto un passo indietro? La cosa non ci sorprenderebbe. In politica, sopratutto, quando è difficile trovar la quadra si fanno due passi indietro o di lato…per farne uno in avanti. Ricordiamo, per averne parlato, la lettera piena di rammarico del notaio Brunella Carriero,
e le dimissioni apprese con una intervista a ”La Gazzetta del Mezzogiorno” di Franco Vespe schieratosi per la ”Balena Giuliana…

Ma qualcosa dovrebbe muoversi anche nel Centro Destra con la candidatura a sindaco che spetta alla Lega, come da designazione romana.

Si attende che si sciolga la riserva per il possibile candidato Rocco Sassone (tra i papabili dei giorni scorsi) , ingegnere, un esperto in materia di sicurezza e alla guida dalla Olimpia Basket . Per lui, come riportato dal sito web Sassilive ci sarebbe l’intesa oltre che dalla Lega anche da Forza Italia e Fratelli d’Italia. Un pezzo consistente di centro destra, ma nessun cenno a Cambiamo per l’Italia di Nicola Benedetto.

Dimenticanza o ce dell’altro? Certo è che quel partito non è stato citato e coinvolto, da quanto abbiamo appreso, e la cosa alla lunga potrebbe pesare sugli equilibri di coalizione, anche per quanto sta accadendo a livello regionale in materia di Sanità e di rumors continui su un ‘necessario’ rimpasto in giunta con tanto di nomi e cognomi destinati a lasciare. Del resto dalla scelta della deleteria, populista e non prioritaria facoltà di medicina a Potenza alla riforma delle Aziende sanitarie (ora entrambe senza direttore generale) con accentramento di funzioni nel capoluogo di regione, Matera e il suo ospedale ”comprensoriale” ci rimetteranno parecchio quanto ad autonomia e servizi. Per cui…staremo a vedere e i commenti di vario tipo venuti dopo il servizio https://giornalemio.it/politica/piergiorgio-non-e-fesso-e-resta-dove/ ce lo hanno confermato.

Ma il tempo stringe e per il 20 agosto, data di presentazione delle liste, si attendono l’annunciata discesa in campo di Antonio Cappiello con Matera al Centro, nonchè referente regionale della Lega dei circoli del Meridione, ed ex segretario regionale della Lega e di altri che stanno mettendo a punto le liste come Gennaro Martoccia (Unione Sud)
Al lavoro anche la Federazione Dc con il segretario provinciale Francesco Saverio Acito e il coordinatore regionale Pasquale Tucciariello.

E, di certo, non resterà con le mani in mano un altro ingegnere, Giovanni Schiuma, che ha mollato nelle scorse settimane i rapporti con La Lega spiegando in una nota (pubblicata da altra testata) i motivi della rinuncia. E i programmi ? C’è tempo per presentarli… Ma ci piace ricordare quanto fatto nei mesi scorsi da Volt (allora insieme con Ps e Verdi) per raccogliere ”Idee per Matera”. Una interessante sequenza di incontri dopo una serie di testimonianze e contributi di cittadine e cittadini di diversa formazione, che ha portato a una pubblicazione. Un bel lavoro che è lì…