E’ accaduto alla Regione ,con le dimissioni dell’assessore alle attività produttive Franco Cupparo (Forza Italia) per “motivi personali” e al Comune di Matera, con quelle dell’assessore alla Mobilità urbana, Protezione civile e via elencando Raffaele Tantone (Psi). Due atti “irrevocabili’’ che contribuiranno, pur in contesti differenti, ad accelerare verifiche e rimpasti in situazioni da fibrillazioni continue e con il coperchio della “tenuta’’ della pentola a pressione pronto a saltare. Del resto il muro alla fine ha il fiato corto il muro contro muro strategico del “io non ho nulla da perdere, se è così andiamo a casa’’, facendo finta di nulla che sono da tempo saltati gli equilibri e le rappresentanze di movimenti e partiti nella maggioranza guidata dal sindaco Domenico Bennardi (M5S). I colloqui con i partners della coalizione non hanno sortito finora effetti, aldilà dei rumors su trattative, indicazioni, posizionamenti e via declinando. Trovare la quadra non è facile se non si lavora su priorità e praticità organizzativa (le carenze sul piano qualitativo e quantitativo della pianta organica del Comune sono un problema serissimo) sui bisogni della città. E su questi aspetti servirebbe collegialità, che non ci sarebbe stata, a giudicare dalle prese di posizione di partiti e movimenti in meno di un anno di vita amministrativa. I nodi vengono al pettine e le dimissioni dell’assessore Raffaele Tantone, che ha profuso impegno su questo o quel settore, sono un atto che contribuirà a fare chiarezza buttando – come si dice in dialetto materano- il gioco a terra. Per ricostruire spirito di gruppo, se ci saranno le condizioni, autonomia decisionale e volontà di andare avanti per il bene di Matera, come ripete una frase fatta, con trasparenza e concretezza. Ed è quello che chiedono i materani .

LA LETTERA DI DIMISSIONE DELL’ASSESSORE TANTONE

Alla ca del Sindaco di Matera
Dott. Domenico Bennardi

Preg.mo Sindaco,

la fiducia che i cittadini materani hanno riposto nella nostra alleanza politica, merita un governo cittadino che abbia chiare priorità programmatiche oltrechè una solida maggioranza consiliare.

In questi mesi il Partito Socialista materano non ha fatto mancare il proprio sostegno ed il proprio contributo in termini di uomini e di idee, ma preso atto dell’impossibilità di costruire un rapporto paritetico fra le forze politiche che compongono la maggioranza e considerato che all’orizzonte non si scorge nemmeno un ripensamento rispetto ad alcune scelte palesemente errate.

Ricoprendo il ruolo politico di segretario cittadino del Partito Socialista unitamente alla funzione di Assessore, avverto il dovere di rassegnare le dimissioni irrevocabili dalla carica di Assessore, assumendomi la responsabilità di avviare un dibattito che possa generare una fase politica di condivisione e rilancio dell’azione amministrativa.

Matera 11.09.2021

distinti saluti

Raffaele Tantone

LA NOTA DEL SINDACO BENNARDI

COMUNICATO STAMPA

SI DIMETTE L’ASSESSORE ALLA MOBILITA’, RAFFAELE TANTONE

L’assessore alla Mobilità sostenibile, Raffaele Tantone, ha rassegnato le proprie dimissioni.

Il sindaco, Domenico Bennardi, nel ringraziare Tantone per il lavoro svolto, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “La Giunta, di concerto con i consiglieri comunali, da 11 mesi sta lavorando in maniera armonica e intensa, ed ha già ottenuto risultati amministrativi importanti, ha sbloccato procedimenti fermi da molti anni ed ha messo in cantiere una serie di nuovi progetti. Consapevole che quanto maggiore sarà la convergenza di obiettivi, tanto migliori potranno essere i risultati che i cittadini attendono anche in termini di cambiamento del modo di amministrare, da alcuni mesi mantengo un costante confronto, con incontri periodici ravvicinati con gli esponenti della maggioranza: l’ultimo incontro con i rappresentanti del gruppo consiliare Verdi-Psi risale a giovedì scorso, ed è stato utile anche per verificare il livello di coesione tra forze politiche, consiglieri e assessori comunali”.

Matera, 11 settembre 2021