Dopo un periodo di riflessione mi sono convinto che l’impegno e la volontà di prodigarmi per la nostra comunità, così come fatto un anno fa, allorquando accettai la candidatura a Sindaco da esponente della società civile, senza richieste e contropartite, ha sopravanzato la delusione registrata durante quest’ultimo anno dinnanzi ai tanti comportamenti – distanti anni luce dal mio profilo professionale ed etico – che ho visto assumere per convenienza, incompetenza o solo per ricevere qualche like, in un momento storico dove invece le forze politiche devono, a tutti i livelli istituzionali, dimostrare senso di responsabilità e compattezza nel programmare e attuare le azioni di ripresa e ripartenza.”

Inizia così una nota diffusa da Rocco Luigi Sassone – Consigliere Comunale Matera Sempre Insieme – Coraggio Italia- con cui annuncia e motiva la sua adesione al movimento centrista promosso dal Presidente della Ligura Toti e Luigi Brugnaro (Sindaco di Venezia) in quanto più consona alla propria visione dell’impegno politico. Una adesione che giunge proprio nel momento in cui l’ stesso movimento registra l’abbandono del parlamentare materano Gianluca Rospi eletto nel M5S ed ora approdato a Forza Italia. Ma ecco il seguito del comunicato:

“La gestione della cosa pubblica deve essere garantita senza cercare spasmodicamente un nemico o un responsabile, ma deve essere indirizzata verso obiettivi concreti e raggiungibili da perseguire nell’interesse delle comunità che si amministrano con serietà, condivisione e abnegazione.

Approcci differenti alimentano solo sentimenti di irresponsabilità verso i cittadini. È terminato il tempo degli annunci: chi progetta è competente solo quando costruisce processi che aiutano le persone a svolgere le attività e a raggiungere i risultati.

È per questo motivo, per rendere più incisiva ed efficace la mia azione sul territorio, peraltro sollecitata dall’incessante affetto e entusiasmo di tanti concittadini, che ho apprezzato e accettato l’invito giunto da Luigi Brugnaro e Giovanni Toti di aderire a CORAGGIO Italia, un nuovo soggetto politico moderato collocato nell’area di centro destra, che si impegnerà a valorizzare l’accesso di profili adeguati nella pubblica amministrazione, a difendere i valori della famiglia e del lavoro, del liberismo, soprattutto in politica economica oltre che a proporre riforme in grado di far ripartire il Paese in antitesi all’incessante degrado introdotto da una classe politica modesta e impreparata a salvaguardare i sogni dei nostri figli.

La negazione della competenza, dell’esperienza maturata, dei risultati raggiunti, dell’affidabilità, della capacità di offrire una vera visione strategica al territorio che si amministra, così come abbiamo potuto registrare nella nostra amata città, oramai da oltre 4 mesi immobilizzata da un’amministrazione a trazione grillina che dopo solo un anno dall’insediamento è in totale stato confusionale, rappresenta un valido motivo per impegnarsi e indirizzare le energie affinché ci si prepari ad un vero cambio di passo.

Care amiche e amici, il nostro sarà un progetto aperto a tutti coloro che si riconoscono in un’area moderata e liberale, europeista, sobria e rispettosa dei territori e dei valori di chi ci vive, rivolto a sviluppare opportunità e generare fiducia tra la gente e per la gente.

L’incarico di vice coordinatore regionale di CORAGGIO Italia, fortemente sollecitato alla Direzione Nazionale del partito dalla senatrice Rossi, che ringrazio per la fiducia, mi permetterà di seguire e difendere in maniera più efficace le tante esigenze dei nostri territori in un periodo storico in cui l’isolamento – non solo geografico – ha prodotto insofferenza e sfiducia.

Nelle prossime ore annuncerò le modalità con cui poter aderire a questo nuovo ed entusiasmante progetto al fine di permettere a chiunque lo desideri di farvi parte da protagonista.”