Il sindaco di Matera, Raffaele De Ruggieri, quando vuol fare una cosa va dritto al cuore del problema soprattutto quando sa che la macchina comunale rischia di perdere pezzi, se di colpo il serbatoio perde benzina o si ingrippa un pistone.Nella similitudine si fa riferimento all’organico del personale e in particolare ai 48 dipendenti, a tempo determinato, assunti per Matera 2019. Se il Governo non ci metterà risorse l’Amministrazione comunale, già in situazioni precarie, a cura di pensionamenti, pre pensionamenti ,carenze croniche e altro rischia di frenare o di bloccarsi proprio quando progetti e servizi richiedendo impegno, verifiche e gestione. E allora il primo cittadino ha tirato fuori, in piazza san Pietro Caveoso, una istanza precisa consegnata al presidente della Camera dei deputati Roberto Fico, a Matera per un consiglio comunale aperto e tematico da ” Bene Comune”, incentrato proprio sulla esperienza di Matera nell’anno da capitale europea della cultura. Fico ha assicurato impegno quando nei lavori parlamentari sarà presentato l’argomento. Non sappiamo se prima del 31 dicembre 2019. Ma tentar non nuoce. Si incrocino le dita. E’ una lotta contro il tempo, perchè l’espletamento dei concorsi richiede del tempo, senza dimenticare l’incognita di possibili ricorsi…

LA NOTA DEL COMUNE

Proroga contratti dipendenti assunti a tempo determinato per il 2019, il Sindaco consegna un’istanza al Presidente della Camera

Il Sindaco di Matera ha consegnato al Presidente della Camera, Roberto Fico, una lettera in cui rappresenta la necessità da parte del Comune di Matera di ottenere una proroga dei contratti dei lavoratori assunti a tempo determinato per l’attuazione dei programmi previsti per il 2019.

“Il provvedimento – ha spiegato de Ruggieri – riguarda 48 dipendenti che hanno contribuito in maniera determinante alla pianificazione e all’attuazione delle azioni programmate per l’anno di Matera Capitale. Dal 1° gennaio i loro contratti si interromperanno e questo determinerà per il Comune di Matera l’impossibilità di portare a termine il lavoro fin qui svolto. La mancata proroga rallenterebbe l’attività amministrativa comunale con grave danno per i cittadini. La raggiunta reputazione di Matera merita un’attenzione più marcata da parte delle Istituzioni – ha concluso il Sindaco – per far sì che l’esempio di una città del Sud che è riuscita a competere con il resto del Paese e a confrontarsi con l’Europa non venga disperso in maniera colpevole”.