Le polemiche del dopo festa della Musica sul piazzale del Castello, con atti vandalici e segnali di degrado, avrebbe dovuto mettere la parola fine sulle modalità d’uso e di concessione di tutti gli spazi cittadini: dalle piazze del centro, dei rioni Sassi e della periferia ma, invece, siamo punto e daccapo. L’Amministrazione comunale non ha dato corso ufficialmente alla redazione e pubblicazione dei criteri per la concessione di aree, a cominciare da piazza Vittorio Veneto, e -di conseguenza le polemiche tra associazioni che a torto o a ragione si sentono penalizzate o attaccate si sprecano. L’ultima, di giornata, è dell’associazione ” Duni” che accusa il sindaco e l’ Ente di favorire l’associazione Nuovaurora, che annovera tra i fondatori il figlio di un consigliere comunale, per organizzare l’evento della Notte Bianca fissato per il 21 luglio respingendo la richiesta dell’associazione Duni – non iscritta all’albo di settore- per un convegno concerto sulla figura di Palmiro Togliatti. Inevitabile gli interrogativi e gli attacchi all’Amministrazione del tono ” Perchè loro sì e noi no?, ” In base a quali criteri si sceglie? visto che un regolamento non c’è” citando apertamente favoritismi e parentele. Secca la smentita di NuovAurora-con una nota pubblicata sul portale Sassilive- che si riserva di procedere in altra sede. Resta l’osservazione fatta prima: senza regole, trasparenza, disciplinari con fidejussioni da incamerare non si va da nessuna parte e si accrescono polemiche e sospetti. Tutti i cittadini hanno pari dignità di ascolto e di risposta, qualunque essa sia, sulle proposte e i progetti avanzati. Che il sindaco si faccia garante di questa esigenza, preparato come è, in materia giurisprudenziale, e nelle deleghe che detiene alla Cultura e quelle,presumiamo, non essendoci stato alcun comunicato ufficiale, al Turismo, Attività Produttive,Ambiente dopo le dimissioni degli assessori Anna Selvaggi e Stefano Zoccali. Quanto alle procedure tocca ai dirigenti su mandato dell’Amministrazione redigere i regolamenti da rispettare, altrimenti assisteremo ad assegnazioni dalle motivazioni cangianti e al solito interrogativo: ” perchè la gara sportiva, gli artisti di strada, i concerti , le notte bianche, il transito di cani e cavalli liberi di defecare ovunque in piazza Vittorio Veneto sì e noi no?” come il mercatino del sabato, dislocato in maniera infelice tra piazza Matteotti e il Palazzo di città. In Puglia per animare gli asfittici centri storici hanno concesso spazi e servizi alle bancarelle, ma con un disciplinare preciso. Attendiamo atti con tutto di supporto di tesi di laurea giurisprudenziale. Quanto ai due eventi programmati per il 21 agosto riteniamo che con le dovute motivazioni dell’Amministrazione comunale debbano poter svolgersi entrambi: la Notte Bianca di qua e il concerto convegno per il 52° anniversario di Palmiro Togliatti da un’altra parte. Pari opportunità e poi, lo ricordiamo a quanti dimenticano volutamente o ignorano la storia dei rioni Sassi, l’ex leader del Pci venne a Matera nel 1948 e fu il protagonista di quel grido poi ripreso da altri, a cominciare dal presidente del consiglio dei ministri Alcide De Gasperi, sulle condizioni dei rioni Sassi ”’ M vergogna nazionale”. Quella vergogna accostata da tanti,(politici,storici, giornalisti, studiosi) alla evoluzione e al successo di candidatura a capitale europea della cultura 2019.
LE ACCUSE DELL’ASSOCIAZIONE ”DUNI”
Anna Maria Cancellieri, Presidente dell’Associazione Culturale Emanuele Duni in una nota contesta la scelta dell’Amministrazione Comunale di affidare all’associazione NuovAurora l’organizzazione della Notte Bianca a Matera nella serata di sabato 21 agosto 2016. Di seguito la nota integrale.
Apprendiamo con nostro grande stupore, dai social network, che in data 21 agosto 2016 l’Associazione Culturale “NuovAurora” ha organizzato la “Notte Bianca”.
Lo sgomento nasce perché la nostra Associazione in data 23 marzo 2016 ha presentato un progetto al Comune per la realizzazione di un dibattito con concerto in data 21 agosto 2016 per ricordare il 52° anniversario della morte di Palmiro Togliatti, politico e antifascista italiano, leader storico del Partito Comunista.
Purtroppo il 29 giugno 2016 siamo stati chiamati dagli uffici comunali, per comunicarci che il Sindaco Raffaello De Ruggieri aveva deciso di non assegnare più le piazze storiche per eventi.
Oggi apprendiamo con grande stupore che la regola vale solo per le Associazioni non rappresentate in Consiglio Comunale, visto che Nuovaurora ha come fondatore il figlio del Consigliere Comunale Michele Casino ed aspirante Assessore di questa amministrazione fallimentare.
Chiediamo immediate spiegazioni al Sindaco De Ruggieri, del perché autorizza cortei di Forza Nuova, Notti Bianche organizzate dai figli dei Consiglieri, Concerti organizzati da consiglieri e rifiuta un evento di grosso spessore, come quello organizzato dalla nostra Associazione, che tra l’altro vedeva come ospite del dibattito Fausto Bertinotti.
Oramai è palese che il Sindaco ascolti ed aiuti solamente chi è vicino alla sua maggioranza, trascurando e emarginando il resto della cittadinanza materana.
Seppur certi di un silenzio assordante da parte del Sindaco e del Consigliere Casino, invitiamo gli organi di stampa ad informare i cittadini di questa tendenza che vede protagonista il Sindaco De Ruggieri.
Di seguito la replica inviata dall’Associazione politico-culturale “NovAurora – Officina Culturale

L’Associazione politico-culturale “NovAurora – Officina Culturale” in relazione alle vicende raccontate, in modo becero e strumentale, dalla presidente dell’ Ass. culturale “E.Duni”, circa la notte bianca, ci tiene a fare chiarezza.
E’ falso quanto sostenuto da codesta associazione, dal momento che il progetto culturale non vede la partecipazione, in alcun modo, dell’amministrazione comunale, bensì fa leva sulle volontà delle attività esercenti di attrarre in un periodo di alta stagione, quanti più turisti, aumentando così il bacino d’utenza.
Rimaniamo sgomenti, di princisbecco ed attoniti, dagli attacchi personali, riservati nei confronti del co-fondatore dell’ass. Giuseppe Casino, il quale, nella sua storia di rappresentanza e nella fattispecie, nel sodalizio con gli altri co-fondatori, non ha mai usufruito di privilegi alcuni nei confronti dell’amministrazione, scindendo un rapporto personale dalla democraticità associativa garantita dalla costituzione Italiana.
I co-fondatori, Eustachio Cuscianna e Maurizio Rocco, uniti, si alleano a Giuseppe, attaccando le dichiarazioni mendaci della presidente Anna Maria Cancellieri, la quale non conoscendo nulla in merito all’organizzazione del progetto, ancora tutto celato, si è lasciata fuorviare da sentimenti campanilistici, che certamente non le fanno onore, analizzando un progetto, priva di contenuto oggettivo dei fatti.
Codesta Ass. culturale “E.Duni” è smentita dai fatti, di tempi e dai modi. Nel nostro agire c’è sempre stato come unico interesse il bene della città e del suo sviluppo culturale. Ci teniamo a sottolineare la nostra estraneità alle vicende politiche comunali, che ci hanno portato, in questi primi mesi, ad esser coerenti con il nostro manifesto programmatico; inoltre difendiamo a gran voce il Sindaco di Matera, Avv. Raffaello De Ruggieri, reo, secondo le dichiarazioni delle cancelliere, di aver preferito un momento di aggregazione culturale, artistico, musicale e sociale, ad un’altro.
Infine agiremo in nome e per conto della tutela della nostra Ass. “NovAurora” e dell’immagine dei suoi componenti, per difendere nei luoghi opportuni, la credibilità personale di ogni singolo, che non dovrebbe mai esser presa in considerazione. A tal proposito, daremo mandato ai nostri legali, se ne avvedessimo l’opportunità, di sporgere querela nei confronti dell’ Ass. culturale “E.Duni”, e nella fattispecie della persona della presidente Anna Maria Cancellieri che ha attuato dichiarazioni, svilendo la personalità di un uomo, facendo apparentamenti con manifestazioni che non ci toccano e redigendo un analisi, ricca solo di illazioni.

togliatti