‘’ E ci voleva tanto ?…’’ E’ stato il primo commento di cittadini all’uscita dalla conferenza stampa al Comune per presentare la seconda giunta comunale guidata da Domenico Bennardi. Un commento all’insegna del “già si sapeva’’ viste le indiscrezioni, le foto circolate in questi giorni.

Si poteva fare prima? Forse. Dipende dalle volontà di tutti di ‘’smussare gli angoli’’ e di vedere dove si vuole andare a parare. Certo è che gli equilibri in giunta sono cambiati e sono destinati a cambiare. Non ci sono più Volt e Matera 3.0 che hanno detto, alla vigilia con note di singoli consiglieri, di far parte della maggioranza che un anno fa ha eletto il sindaco e che il “confronto è aperto”, come ha risposto il sindaco a una precisa domanda.

L’ingresso, ma anche il ritorno, in alcuni casi , di figure dalla precisa identità politica come  Angelo Cotugno (Gruppo Misto – Campo Democratico): Innovazione, Transizione Ecologica e personale e consigliere comunale per dieci anni, Maria Pistone (Gruppo Misto – Campo Democratico): Attività produttive, Contenzioso e Patrimonio, Michelangelo Ferrara (PSI): Mobilità, sicurezza e Polizia Municipale che si avvarrà – come ha detto – della esperienza dei predecessori Valeriano Delicio e Raffaele Tantone e l’assessore ‘’anziano’’, ma con alle spalle esperienze di settore al Comune in particolare, Sante Lomurno (PSI) che gestirà il settore Opere pubbliche e impianti sportivi, imporranno un rapporto continuo sulle cose da fare.

Questo in relazione alle priorità (come riporta la nota ufficiale del Comune) e alle esigenze reali più che a quelle virtuali: dalla pianta organica, carente sul piano qualitativo e quantitativo, alle opere pubbliche ai servizi, alla spesa. Ci saranno riunioni di maggioranza continue e su singoli temi e assegnazioni di deleghe ai consiglieri.

La prima per le ‘’politiche sportive’’ al presidente del consiglio comunale Antonio Materdomini. Per le altre si vedrà. Anche il sindaco potrebbe lasciare più avanti la delega al Turismo, visto le tante incombenze che ha.

Per il resto siamo alle riconferme e agli aggiustamenti di deleghe.  Arcangelo Colella (M5S) resta al Bilancio, Tiziana D’Oppido (M5S): Cultura e Cinema e per una prima fase manterrà la delega ai rioni Sassi (dovrebbe passare all’assesssora Maria Pistone) in attesa che il settore abbia una precisa identità operativa dopo lo smantellamento dell’Ufficio Sassi, Rosa Nicoletti (M5S) oltre all’ Urbanistica, con le tante incombenze a causa di un organico ridotto all’osso o carente, gestirà la delega al vice sindaco, a Giuseppe Digilio (Verdi) , che ha ricordato le azioni portate avanti dalla collega dimissionaria Lucia Summa, si occuperà della patata bollente del settore Ambiente e Manutenzione Urbana, dopo aver gestito le attività produttive.

Per l’occasione è stato presentato ufficialmente il capo di gabinetto e portavoce Gianfranco Lopez. Più avanti anche il nuovo addetto stampa in sostituzione del dimissionario Eustachio Follia. A tutti buon lavoro. Matera ha bisogno di risposte.

 


La nuova Giunta Bennardi

Assessori indicati dai consiglieri della stessa maggioranza, chiamati a firmare un patto di lealtà e responsabilità.

La 28^ assemblea annuale dell’ANCI che si è svolta a Parma pochi giorni fa, ha avuto un titolo emblematico: “I comuni al centro di una nuova stagione”. Nella sua relazione il Presidente dell’Anci ha ribadito il ruolo strategico dei Comuni e la loro centralità soprattutto in una fase straordinaria come quella che si sta attraversando.

L’affermazione, condivisa da tutta l’assemblea, è particolarmente vera per Matera, dove il risultato elettorale dell’anno scorso ha rappresentato un evento straordinario, e ha interrotto un ciclo politico ormai statico, ha configurato un’idea e uno schieramento di una nuova stagione del progressismo democratico, ha aperto una fase di rinnovamento le cui parole d’ordine sono state cambiamento, trasparenza e partecipazione.

Nel primo suo anno, questa amministrazione si è trovata in piena pandemia in una situazione di emergenza che ha stravolto e assorbito energie vitali anche per l’ordinarietà. Nonostante i rallentamenti della situazione COVID, che ricordo ci ha obbligato a chiudere a tratti il Comune o alcuni uffici, ma soprattutto ci ha impegnato per le campagne di screening comunali e per le campagne vaccinali nella sala Pasolini, e nonostante anche il numero ancora esiguo di personale comunale, in questo anno sono stati approvati provvedimenti importanti, oserei dire storici. Abbiamo portato la raccolta differenziata passata dal 30 al 76 %, approvato il Regolamento Urbanistico, il Piano del Verde, la Carta Urbanistica. Abbiamo ospitato il G20 offrendo un’immagine di affidabilità e bellezza a livello internazionale, abbiamo portato a termine il progetto HUBOUT come spazio coworking per giovani talentuosi imprenditori, un progetto finanziato dall’ANCI che ha deciso di portare tutti i progetti nazionali a Matera il 25 e il 26 novembre; abbiamo sbloccato i cantieri delle case popolari nei sassi dopo un’attesa di 19 anni, abbiamo dotato la città finalmente di un portale-connettore istituzionale per il turismo che è Materawelcome, sempre sul turismo abbiamo candidato Matera all’European Best Destination e la nostra città è stata selezionata come modello di sviluppo sostenibile, abbiamo finalmente aperto le casse della Balena Giuliana il cui restauro dovrebbe finire entro l’estate, finalmente c’è un fronte comune tra i sindaci della provincia sul tema della sanità con un patto sulla sanità che stiamo siglando tra i sindaci, abbiamo istituito la casa del Cinema, e poi tante piccole importanti cose, finalmente una pulizia programmata e sistematica delle caditoie in città, una programmazione sulle potature dei tantissimi alberi che abbiamo a Matera, abbiamo ultimato il campo sportivo al PAIP e stiamo ultimando quello a La Martella, le nuove colonnine per le auto elettriche e tante altre “piccole” cose.

Naturalmente, molto è ancora da fare, e oggi siamo di fronte a grandi sfide, l’approvazione del PUMS, il Piano Strutturale, i grandi cantieri di Piazza della Visitazione e Duni, il Regolamento dei Beni Comuni ma soprattutto il PNRR. Tutto questo con la consapevolezza di non avere la principale risorsa di un’amministrazione pubblica, le risorse umane, troppo pochi e con delle skills non sempre alla portata delle nuove sfide di cui sopra, stiamo cercando di assumere più velocemente possibile e trattenere le migliori competenze nel rispetto delle norme, ma non è facile e siamo costretti come amministrazione ma anche come comunità, ordini professionali e cittadini a subire la mancata programmazione strategica negli anni di fabbisogno e incremento di personale basato sul merito e sulle reali esigenze tecniche.

Per tutte queste ragioni, ed in virtù di un riposizionamento sempre nello stesso perimetro della maggioranza, di alcuni consiglieri eletti nella coalizione Bennardi Sindaco, abbiamo ritenuto importante, dopo il primo anno di rodaggio, ridisegnare l’assetto di governo della città, ridefinendo in linea con il programma elettorale e con le linee programmatiche, alcune priorità che i Consiglieri Comunali di maggioranza, si impegnano a sostenere con lealtà, fiducia, impegno, responsabilità e condivisione.

Una cosa vorrei sottolineare, attualmente ho fortemente voluto salvaguardare il perimetro di maggioranza originario, interloquendo con i Consiglieri Comunali eletti nel progetto di coalizione Bennardi Sindaco, gli stessi nuovi assessori provengono da indicazioni di quel perimetro, non da consiglieri di opposizione o da altre forze politiche che si sono contrapposte a noi nell’ultima campagna elettorale. E’ un tentativo che devo perseguire per coerenza nei confronti dei cittadini che ci hanno votato.

Ai consiglieri di maggioranza ho chiesto di firmare un vero e proprio patto di reciproca lealtà, definendo alcuni principali punti, tra i quali quello che tutte le decisioni sui provvedimenti più importanti debbano essere preliminarmente condivise in appositi confronti di maggioranza. Nel patto è anche sancito che ogni gruppo consiliare che ha proposto dei propri assessori di riferimento si assume la piena responsabilità politica del loro operato concedendo facoltà al sindaco di disporre della delega in caso di mancato rispetto del programma e delle linee programmatiche.

In data 11 e 15 settembre si sono dimessi rispettivamente l’ass. Raff. Tantone e l’ass. Lucia Summa, mobilità e ambiente. Da allora è iniziato un confronto tra le parti politiche che compongono la maggioranza e il sottoscritto, un ragionamento che ha tenuto conto anche degli spostamenti all’interno della stessa maggioranza dei consiglieri eletti nel progetto politico di coalizione Bennardi sindaco, ho programmato vari incontri di maggioranza, con la ponderatezza di chi non ha avuto mai la fretta di mettere una toppa ma di capire se ci fossero le condizioni per andare avanti con il progetto di cui io sono garante e per il quale i cittadini ci hanno premiato poco più di un anno fa. Oggi dopo vari incontri e riunioni politiche, posso confermarvi che non solo le condizioni ci sono ma che sono aumentate le motivazioni e credo anche gli entusiasmi, come le reciproche responsabilità, per andare avanti, nel rispetto delle linee programmatiche.

Quella che vi annuncio oggi non è un vero e proprio rimpasto ma forse più opportuno dire una integrazione, visto che quattro assessori rimangono i medesimi.

Da ieri non sono più nell’esecutivo anche l’arch. Graziella Corti (Volt), il vice sindaco Alberto Acito (Volt), l’ing. Giuseppe Sarli (Matera 3.0). A tutti gli assessori dimissionari intendo esprimere un sentito ringraziamento per il grande lavoro che hanno fatto con entusiasmo, dedizione e professionalità.

Oggi dunque presento il risultato di questo ponderato confronto di maggioranza sul riassetto della nuova Giunta.

Ecco la nuova compagine di governo, le cui nomine sono già state protocollate con decreto sindacale in data 20/11/2021, le cui specifiche deleghe saranno formalizzate in data 22/11/2021.

Rimangono in carica i seguenti assessori:

Arcangelo Colella (M5S): Bilancio


Tiziana D’Oppido (M5S): Cultura e Cinema


Rosa Nicoletti (M5S): Urbanistica con delega al vice sindaco


Giuseppe Digilio (Verdi): Ambiente e Manutenzione Urbana

Nuovi assessori:


Valeria Piscopiello (M5s): Politiche Sociali e Scuola


Maria Pistone (Gruppo Misto – Campo Democratico): Attività produttive, Contenzioso e Patrimonio


Angelo Cotugno (Gruppo Misto – Campo Democratico): Innovazione, Transizione Ecologica e personale


Michelangelo Ferrara (PSI): Mobilità, sicurezza e Polizia Municipale


Sante Lomurno (PSI): Opere pubbliche

Il sindaco trattiene la delega al turismo. Saranno inoltre date alcune deleghe ai consiglieri comunali di maggioranza.

Domenico Bennardi

Sindaco della Città di Matera

Matera, 21/11/2021