Bonaccini?Perchè non esci dal Pd e via da noi in Italia Viva? E’ l’invito provocazione che il vicepresidente della Camera dei Deputati, Ettore Rosato, ha rivolto da Matera in occasione di una iniziativa a sostegno del candidato Luca Braia (Matera 2029) al presidente della giunta regionale dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini (PD), che aveva lanciato il ”sasso” tra le anime del centrosinistra per tornare a fare sistema nel Partito democratico, invitando Matteo Renzi (Italia Viva) e Pierluigi Bersani ( Liberi e uguali) a rientrare dalla porta. Perchè- aveva detto in una intervista a Radio 24-con le attuali percentuali- il 20 per cento- c’è poco da fare per contrastare il centrodestra. Per cui quel 5 per cento in più farebbe comodo, eccome, anche perchè le alleanze con il M5S restano appese a una spada di Damocle…e al Governo si è al confronto continuo.

“Meglio che esci” dal Pd e “vieni con noi”.Io penso che – ha aggiunto – il ‘tira e molla’ non serve a niente. Mi piacerebbe rispondergli: ‘Vieni con noi’, ma non serve a niente. Oggi Bonaccini è nel partito che sostiene Sansa (in Liguria) ed Emiliano (in Puglia): due storie politiche, diversi ma simili, che – ha concluso Rosato – si allontanano sempre di più dalla nostra e che hanno nella dose di populismoun denominatore comune”. E poi il rimpasto, un tagliando dopo le amministrative, come aveva dichiarato a Il Fatto Quotidiano, il vicesegretario Andrea Orlando. Su questo tema Rosato è stato altrettanto chiaro affermando che una riflessione vada aperta e che ” E’ necessario che la squadra sia adeguata”. Attendiamo il responso delle urne tra amministrative e referendum. “Penso che il Governo -ha detto Rosato- debba essere adeguato alla sfida gigantesca che abbiamo davanti e cioè quella di spendere tanti soldi e di spenderli bene: spenderli per
misure che creino occupazione, lavoro e non per misure che
abbiano solo caratteristiche assistenziali”.

L’INCONTRO AL MATERA HILTON CON GLI IMPRENDITORI
Ettore Rosato a Matera: impegni per la città non urla in piazza. Matera2029

Ettore Rosato ha rilanciato questa mattina la candidatura di Luca Braia sindaco di Matera, sostenuto dalla lista civica Matera2029, in un incontro con le associazioni di categoria, produttive e sindacali al quale hanno partecipato Massimo DeSalvo per Confapi, Leo Montemurro per CNA, Giovanni Maragno per Confindustria, Di mauro e Bitonti per Coldiretti, Nicola Minichino per Copagri, Gerarda Bonelli per Confartigianato, e l’associazione Matera Ferrovia Nazionale con il presidente Nicola Pavese.

“Abbiamo preferito questa modalità di utilizzare le relazioni nazionali che abbiamo per aprire un confronto con le associazioni di categoria, perché noi crediamo che le nostre rappresentanze debbano essere un valore aggiunto per noi e per la nostra comunità. A Ettore Rosato, vice presidente della Camera dei deputati abbiamo voluto formalizzare la consegna delle istanze del mondo produttivo materano e con lui discutere sulle modalità di rilancio della città e sulle speranze che noi abbiamo. La forza civica raggruppata in Matera2029 mette a disposizione del futuro della città di Matera le proprie relazioni regionali e nazionali al fine di costruire una programmazione e una amministrazione che sappia guardare oltre i propri confini e, dopo l’anno da Capitale Europea della Cultura, continuare a investire in sinergia con Parlamento e Governo, su infrastrutture, servizi, competenze che posizionano la città in maniera baricentrica rispetto alle Basilicata, alle regioni del Sud e al mediterraneo stesso.”

Lo ha dichiarato il candidato a sindaco di Matera Luca Braia, questa mattina nella sala conferenze di Matera Hotel al borgo Venusio dove con la lista civica Matera 2029 ha organizzato un incontro-confronto con il vice presidente della Camera dei deputati, Ettore Rosato.

“I leader nazionali, crediamo fermamente, non devono venire nella nostra Matera a urlare in piazza senza però prendere impegni seri con la cittadinanza. Ettore Rosato ha invece preso un impegno ben preciso con noi e con Matera: sulla viabilità, sul finanziamento del completamento della Matera-GIoia del Colle, sulla ferrovia nazionale, sull’attenzione a Matera 2019.

A questo servono le rappresentanze nazionali, non alle passerelle ma alle azioni concrete.

Con Matera 2029 abbiamo pertanto scelto la strada del confronto e del dialogo per consegnare programmi e progetti per la città. Abbiamo avuto occasione di presentare i nostri 15 punti programmatici come Matera2029 e consegnato attraverso le associazioni di categoria gli impegni e le speranze per la nostra comunità. Il Vice Presidente della Camera e amico Ettore Rosato ha mostrato la consueta grande disponibilità vogliamo ringraziarlo per questa autorevole presenza a Matera, al nostro fianco. Certi che, come fatto in passato per finanziare la ferrovia, manterrà gli impegni per il futuro a sostegno di Matera2029.”


Luca Braia, Consigliere Regionale

Capogruppo Italia Viva, Presidente II Commissione